lunedì 8 giugno 2009

Alcuni miei scritti hanno diversi livelli di lettura. visto che il titolo di questo blog è emozionipoesiepensieri. Mi piacerebbe condividere , con chi lo segue, un'analisi della mia considerazione, poesia, di ieri. In rosso è illustrato uno dei suoi livelli di lettura.

Vivo nel tempo del Dio

la mia anima è senza morte
vivo nello spirito, la mia anima è immortale
Ho perso la mia carne
mi è stata strappata una notte.
Sono stato ucciso di notte
Sono in questo tempo
da immemorabile tempo,
ne ho perso la nozione.
Non so da quanto tempo vivo solo nel regno dello spirito
Ogni giorno trascorro
incantato e meravigliata
senza che esso scorra.
In questa dimensione il tempo è immobile, ogni cosa che trascorre è incantevole ed io non capisco se sono uomo o donna
Ora che non è mai adesso
vivo la vita universale,
ogni mente alla mia è adesa
conosco ogni pensiero.
Se il tempo non   passa , nessun momento è ora, non esiste momento, vivo la "vita dello spirito"  la mente di Dio conosce ogni cosa e la mente di chi scrive è,la mente di Dio
Mi cullo sulle onde dei quanti
adesa alla volontà che è anche la mia.
Il mondo spirituale  risponde alle leggi della fisica quantistica, e rispondo alla volontà di Dio 

Credevo il paradiso fosse fiori e prati
ma il paradiso è... il tutto
l'essere in ogni cosa ed in ognuno
volare nel cielo e conoscere l'ultimo fine.
Il paradiso non è fiori, prati immensi, ma è la conoscenza universale di tutti e di tutto
Uniti corpo ed anima al disegno
che è solo linea
che non ha mai fine.
Il disegno di Dio è una perenne crescita fino a diventare , tutti, Dio
Ritornare materia ed imparare
tornare strada
reimmettersi allo scorrere universale.
In questo viaggio di conoscenza , bisogna ritornare corpo, per  ritornare nel tempo ed imparare nuove lezioni.
Solo un momento,
una scintilla dentro il fuoco
che senza legna arde
e per questo non si consuma.

La vita degli uomini, rispetto alla vita infinita,è una scintilla, lo spirito è un fuoco che arde senza bisogno di qualcosa che lo alimenti perchè esso stesso è fuoco

Tornare dietro il velo
ed osservare, spenti i colori
e godere delle sfumature
perché ogni cosa è imparare.
Quindi, tornare nella vita "reale" e tornare in un luogo in cui ogni cosa pare dietro un velo, anche questo è bello perchè sono  aspetti diversi, che ti permettono di imparare nuove cose.
Rotondo il Tutto
prima o poi tornare
con la consapevolezza
di capire.
Ogni cosa ha un inizio e una fine che è comunque un nuovo inizio. Tutto questo ti permette di capire cosa è Vero
Karma, yin yang
il tao o la fede
Nessuno è vero
ed ogni cosa ha valore
Nel niente il tutto
ed il tutto nel vuoto.
Il presente è un alito dell'assoluto.
Tutto ciò che è la conoscenza del mondo, le religioni, le idee , sono solo un aspetto della realtà di Dio e come tali hanno valore  per sè ma perdono valore nella totalità
Io uno ed una
dentro il cerchio mi muovo
Io oscillo all'interno delle diverse vite, come uomo o donna, muovendomi dentro questo intero
un sospiro, Re; un fiato ed io mi faccio schiavo.
delle vite in cui uno è potente, delle altre in cui è un perdente
Tu non capisci
io oggi sono folle
tu non comprendi
ed io leggo la mente.
Chi legge questo scritto non può capirne  il significato perchè chi lo ha scritto si pone al di fuori del comune sentire, cercando di arrivere all'universale
Farnetico, vaneggio
mi aspetta un lungo viaggio
ma sono sasso
e fuoco di vulcano
per me il tuo tempo
è un onda nello stagno dell'infinito
che altre onde muove
nello scorrere deciso.
Al di fuori del comune sentire, tutto è follia, essendo parte dell'infinito l'autore è sia sasso, il massimo dell'immobilità , che  fuoco di vulcano, il massimo del movimento. Il tempo di chi vive per esso, rispetto al tempo infinito che è come c l'onda di un sasso nel mare ; sempre presente  che dona ad altri una parte di se,l'onda, e fà in modo che altre entità si arricchiscano , per apprendere all'interno di ciò che Dio ha deciso per ognuno di noi. 
Io sono il lampeggiare di una lucciola
che un bimbo dispettoso schiaccia,
un'efemeride fragile
che VIVE almeno tre giorni.
L'autore è, in questa realtà, il lampeggiare di una lucciola , che vive di pochi lampi, oppure l'intera vita che dura tre giorni . Questo definisce la relatività di quello che ognuno intende con la parola vita, per un uomo circa 70 anni, per un cane 15, per un effimera pochi giorni. Eppure ognuna di queste  è una intera vita.
In questa stanza imbottita
chiamo
ed io mi ascolto
ed ora anche tu mi senti
io sono il mendicante
quel bastardo che con la macchina ti ha urtato
io sono il capo, io sono tua sorella, tuo fratello
io sono te ed inconcepibilmente
tu... sei me.
Alla fine, visto che ognuno di noi  diventerà  una parte di quello che  definiamo Dio, noi siamo anche il Prossimo nostro e dobbiamo stare molto attenti, perchè quello che facciamo, in ultima analisi, lo facciamo a noi stessi.
STAI ATTENTO A QUELLO CHE TI FAI.

3 commenti:

Sab73 ha detto...

L'hai fatto per me???
Grazie! Adesso mi è molto più chiaro.
Un abbraccio e buona giornata.

Mistral ha detto...

si, certo. >Sei stata gentile e non volevo deluderti.

Sab73 ha detto...

Grazie... allora posso farti domande ogni volta che non capisco i tuoi scritti? Però se scoccio dimmelo! :-)
Buona serata dolce presenza.

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...