Passa ai contenuti principali

Uomini?


Il veleno in apparenza appare altro,
il sapore è gustoso
di mandorle
goloso.
L'odore è suadente
di mirra
avvolgente.
Attorno la luce brilla
è artificiale
sa di fuoco che
soltanto fà bruciare.
Uomini dai sorrisi
imbiancati d'avorio
che nascondono il colore del fango.
Unghia curate
che sotto hanno tracce di sangue.
Le loro anime riflettono oro
ma è solamente pirite.
Avvolgono spiriti puri
di abbracci fatti di buio.

Caramelle per gli sconosciuti
che sono zuccherini di fiele.

Logiche fatte di pensieri vermi
vogliono insinuarsi,
serpenti.
Splendono sorrisi di zanne
che dietro vestiti puliti
nascondono coltelli.

Uomini
fatti di materia oscura
scorrono tra noi
con maschera di ipocrisia
che li fanno sembrare uomini.

Commenti

Paola ha detto…
Grazie Mistral sei gentilissimo ad aver aderito anche tu... e alle tue parole lasciatemi e queste che rispecchiano quello che realmente ci circonda...
Perdonami se non presente ultimamente... non sto passando un periodo sereno... spero passi in fretta...
Buon inizio settimana un abbraccione e bacione... a presto
Sab73 ha detto…
Condivido e appoggio. Lo metto pure io nel mio blog e anche nel forum.
pasticcino ha detto…
Ciao Mistral,
ho fatto anch'io un post sulla giornata di domani.
se vuoi leggerlo va a questo indirizzo:
http://briciole-di-pasticcino.blogspot.com/2009/06/giornata-mondiale-dellorgoglio-pedofilo.html

un abbraccio
raffaella ha detto…
condivido pienamente ciò che hai scritto. bel post!!!^_^
baci
Raffaele ha detto…
Buon Giorno Carissimo Mistral,
IL LATO OSCURO DELLA LUNA (fratelli della notte) evidenziato dal tuo cuore con tanta giusta poesia .
Ci sarebbe tanto da discutere sui tantissimi mali nel mondo, e penso che ognuno potrebbe dare il proprio positivo contributo, ma questo implica anche auto giudizio, amorevole cuore, discriminazione e soprattutto consapevole libertà interiore affinché si possano esprimere quell’innate virtù attraverso il giusto benevolo pensiero e il giusto benevolo agire per essere giusto correttivo di tanti mali.
Ciao Carissimo Mistral.
Calliope ha detto…
Che parole...hai usato elementi naturali per descrivere degli snaturati....sei un Grande.

Ciao Mistral...perdona la mia momentanea assenza..un abbraccio.
Calliope ha detto…
Ogni giorno dovrebbe essere un giorno per ricordare che esistono questi "esseri ignobili"
e che vanno denunciati, debellati..Cancellati dalla faccia della terra..

Post popolari in questo blog

Passare

Passare
oltre passare
non chiamarlo morire
è solo spingere una porta e entrare
al di là dello spazio e del tempo
al di là di ogni paura
della fame
di ogni schiaffo che ferisce il cuore
di ogni si negato.
Passare
appena poco più in là della sera
di quel buio che opprime
un salto
tanto per guardare cosa c'è dietro
chi non salta è smarrito
Licciardello Alfio

PoeIsaE????

Adoro il pensiero che si dipana

libero

senza essere costretto
sulle ali del falco
senza un corsetto di stereotipi
che lo stringano al petto
nato come viene viene
senza catene
senza essere cesellato
martellato.
Forma perfetta dal mio informe inconscio
non lo concepisco.
Ogni cosa nasce libera e testarda
vada come vada
è inquieta
non è mai perfetta
è prediletta
amata fino alla nausea
la causa ultima di ogni respiro.
Ispirato
espiro l'anima di ogni cosa
la sensazione
il sentimento
la sposa che ama
il tradimento
il folle che brama
il pensiero
la mia emozione
il demone che corrode l'anima
l'angelo che la eleva
la serva e la regina.
Ladro
senza scrupolo alcuno
a digiuno di parole
afferro al volo i sentimenti
resilienti
perdute dalla bocche sdrucite
dalle anime perdute
smarrite sul fiume della vita
dalla corrente trasportate
stregate dalla maga cattiva
e dalle fate liberate.
Amate disprezzate
volgari o nobili
panegirici ed ossimori.
Nessuna so come arriva
ma nel cuore è una scintilla che si infiamma
che ride
che si fa dramma
Ma…

Libero voglio essere

Non mi piacciono le costrizioni, voglio essere libero di essere, decidere, sbagliare.
Affrontare ogni mio demone, perdere e ricominciare a giocare a sfidare la mia mente che è uno dei tanti me.
Non voglio sottostare alle convenzioni , alle regole ma la legge mi segue , mi condanna ad abbassare a testa, a leccare il culo al potente di turno.
Non voglio essere omologato al pensiero razionale ma ogni anello della mia catena è legato alla terra, al suolo, a quella cavolo di caverna che si trova al di sotto della mia libertà e da cui ancora non sono riuscito a scappare.
Ho scelto, ho scelto di non scegliere, di ancorarmi alla realtà, di prendere quella cazzo di pillola rossa o blu o non mi ricordo, quella pillola che mi atterra , che mi fa stare dentro questa realtà che conosco... ma affanculo, almeno quando posso scegliere , scelgo di non adeguarmi agli altri, in questa specie di libertà effimera dove io penso di decidere di essere al di là della massa, degli omologati, di quelli che calano l…