venerdì 27 novembre 2009

Fantasmi- poesia fantastica

Solo ed immobile al respiro adeso
ascolto in silenzio il battito del mio cuore
ed attendo il suono del rintocco.
Non sento nulla; il vento che soffia tra i rami
non arriva alla mia pelle.
Dietro me un cane abbaia alla luna
ed il suono della notte che si accende.
Io sono morto
ucciso dalla speranza della vita.
Io sono stato ucciso da un essere che ha chiuso la partita.
ono un fantasma ed il mio petto è fermo
io non respiro non sono più un eterno.

Ora verrà dal cielo la mia luce
oppure il gelo coprirà il mio corpo.
Che strano ho detto
il corpo come a dire
che sono vivo
e allora è da capire.
Chiudo i miei occhi e immagino di andare
dove volevo senza camminare.
Sono rimasto fermo lì dov'ero
sono ancorato al corpo mio disteso.
Vedo le luci
osservo le ambulanze
qualcuno urla qualcuno ancora piange
sento un bruciore che mi gela il petto
apro i miei occhi mi trovo sopra un letto.
Adesso sento il cuore mio che batte
ma le mie gambe hanno perso il respiro
Io sono vivo ma il mio corpo dorme
ora respiro ma la mia mente è ferma
vedo dall'alto ogni cosa che gira
vedo la donna mia che resta sul mio corpo
giro , mi volto e lei non piange ride
ed il mio amico accanto a me la scopa.
Siete bastardi e non voglio morire
ritorno indietro ve la farò pagare

Nessun commento:

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...