venerdì 6 novembre 2009

Su una nuvola




Compiti su compiti

la testa gira in tondo

ed il respiro si affanna

un dolore nel petto

e la memoria vacilla.


Nero tutto nero

finalmente il riposo.


Sono su una nuvola

con le alucce e l'aureola

steso sopra cotone filato

ascolto suoni zecchino

vedo piccoli angeli

costruiscono forme

vince chi è più svelto

nel cambiare soggetto.

Angeli adulti dai capelli di fuoco

soffiano sul mondo calde frasi d'amore.

Io lì riposo

finalmente al sicuro

niente più danari con cui mi hanno illuso

niente più doveri che non siano dovuti

niente più diritti che non siano acquisiti.

Cade un piccolino e si sbuccia un ginocchio

piange poverino e ad un tratto,

di botto,

tutti attorno a lui come fosse un comando

piangono all'unisono come a lavarne il male

e nel mondo sotto scende il temporale.

Gocce sul mio viso

che mi fanno svegliare

- APRI GLI OCCHI,E' TARDI

FORZA VAI A LAVORARE.-

Nessun commento:

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...