venerdì 29 gennaio 2010

Sogna, ragazzo

Tra sogno e follia vi è un filo sottile,
è un alito di vento che soffia lieve
è acqua che cade in un giorno d'estate
è un raggio di luna sul volto di chi amate.

Il sogno è leggero come sorriso di bimbo
la follia ti attanaglia folgorante come lampo.
Il sogno ti urla come tuono nella notte
La follia ti avviluppa  gioca con la tua sorte.

Nella notte, annoiata
gioca a scacchi la morte.
I tuoi sogni bambini
fredda aspetta al varco.

Solo la tua pazzia
può aggirare il destino
ed il alla tua follia
incantato mi inchino.

Bussa il giorno, bastardo
a svegliare i tuoi sensi
ma non fare lo sciocco
tieni gli occhi ben chiusi.

Tanto il sole alla fine,
presto o tardi ,
risplende.
Perlomeno hai provato
a giocar le tue carte.

Stanno i sogni in attesa,
apettando i tuoi occhi.
LA follia è la difesa
per non essere allocchi.

Cambiano le mode
mutano i tempi
ma i sogni
anche loro bastardi
lascian tutti contenti.

Non finire di sognare
non smettere di credere
coltiva la follia
nel castello di cenere.

Alla fine dei giochi
avrai almeno sognato
nella mensa dei pochi
ti ritrovi seduto.

La morte sorella
si farà per te bella
la morte puttana
si fara per te umana.

Sogna ragazzo sogna
che i sogni non li paghi
sono tanto preziosi
perchè son gratuiti.

2 commenti:

Massimo ha detto...

Bellissima Mistral,
cosa saremo noi, senza sogni ?
Guai a chi non riesce a sognare...
Grazie per questi regali...

mistral ha detto...

Saremmo nulla o giù di li,
sacchetti vuoti.
Grazie per avere la voglia di scartarli.
Ciao Massimo

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...