sabato 16 gennaio 2010

Tempo da perdere- Poesia sociale

Il tempo trascorre,
e col suo tempo si muove;
 Io sono qui che con Lui mi affretto
schiavo del suo capriccio distratto

dentro Lui mi dilato
per divenire liquido.
 Mi prostro ai suoi piedi ,
del suo tempo invidioso
ma del mio pianto non si cura affatto .


Ogni cosa è una futile inutile speranza
nemmeno quando dorme lui si arrende
io sono un uomo affranto
non c'è tempo per fare nulla
eppure il tempo di morire si trova sempre.

Ogni attimo speso a risparmiarlo
 e ti accorgi che non è servito a nulla.

Lui è sempre lì
imbecille ed ignorante
semplicemente non conosce pianto.

Stupido crudele senza etica alcuna.
 Non torna indietro nemmeno se per lui ti uccidi.
Non ha pietà
non ha pena o rimpianto.
Non sente lacrime o storie ,
né rabbia né amore.
Lui è il Tempo
e non c'è tempo da perdere


6 commenti:

Miryam ha detto...

Il tempo..AMICO/NEMICO...
Bellissima , autentica ...
Grazie per tutte le emozioni che leggendoti mi invadono!
Un bacio!

Mistral ha detto...

Cara Myriam sai benissimo che le poesie e le loro emozioni hanno bisogno di un medium, altrimenti sarebbero solo accozzaglie di parole. Per cui, GRAZIE per i tuoi commenti

stella ha detto...

Bella!
Il tempo è implacabile...

Ti aspetto al mio concorso di poesia.

Mistral ha detto...

CAra Stella, di certo non potevo mancare. Se guardi bene mi trovi li

Guernica ha detto...

Se ci pensi, il Tempo non esiste materialmente...eppure è quanto di più ingombrante esista...
Strane cose della Vita :)

Complimenti per i versi!

Mistral ha detto...

E' vero, comunque il tempo ha una sua dimensione definita. Si può dire che ha una sua materialità che è aldifuori della nostra consapevolezza di materialità.
Che casino.
Lo usiamo, almeno io, talmente male da non averne mai abbastanza.
Grazie di cuore per i complimenti ne sono onorato

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...