sabato 29 gennaio 2011

Dico Si

Nel cielo che non è definito
ogni pensiero è infinito.
Il Mondo ritorna bambino
per rinascere a nuova vita.
Trema il cuore perché la sua missione è assoluta
la mente è solo riflesso della volontà di Dio.
Angeli tornano a parlare
e la terra ascolta in silenzio
gli uomini non sentono alcuna voce
tranne coloro che hanno aperto le orecchie.
Volo dentro la mia anima
all'interno gli spiriti che mi sono amici;
Arcangeli senza tempo e senza paura
che chiedono il permesso per entrare.
Ogni vita è veicolo di gloria
ed ogni assenso è voluto.
Nessuna costrizione
Scelta
nessun obbligo
Amore.

Scelgo di essere
al di sopra della mia mortalità che non è reale.
scelgo la Luce.

Sentieri che non conosco
si accavallano sul mio cuore
la mente lotta
ma il corpo si dona.

Il mio sentire,
l'affidarmi,
il salto nel vuoto.

Vedo e osservo miracoli divini
che la mente,scettica, combatte
il cuore pulsa
l'universo batte.
Il tempo arriva
ed io sarò colonna nella chiesa di Dio;
guerriero di luce.
Libererò la mia anima incatenata al reale.
Chiederò aiuto
come l'ultimo dei servi sarò padrone del mio tempo.
Non chiedere nessun perché
chiudi gli occhi sul tuo cuore a rivelare la fiamma
Non pensare
il cervello è materia
Senti ed anch'esso riuscirà a sentire il suono della luce.
Io sono qui
dico SI

sabato 22 gennaio 2011

Dietro lo specchio

C'è solamente silenzio
puro e unico
come neve che cade.
Nessun suono 
a parte il ticchettio dei tasti
il brulicare di miei pensieri 
la ventola di questo cazzo di computer.
Il riflesso dei miei giorni
trascorre nello specchio
dove scorre la strada.
Altre dimensioni
in cui mi sto perdendo.
Con il sacco in spalla 
un coltello al mio fianco
affronto il mio viaggio
non so chi potrei trovare.
Ho intrapreso un viaggio
che porterà
ai confini della  mente
all'inizio del baratro 
che dietro la nebbia attende.
Mi alzerò al di sopra
su ali di nuvole e vento
senza orecchie distratte 
ad ascoltare il mio canto.
Brucerò il mio orgoglio
per riscaldare il mio cuore
raserò la mia vanità
per sentire l'aria sul mio volto.
Danzerò su sentieri di fumo
per ritrovare il senno
ma se anche lo perdessi del tutto
perlomeno avrei vissuto.

domenica 16 gennaio 2011

16 gennaio 2011

Delvaux
La lingua batte dove il dente duole
la testa pensa dove la mente vuole.
Ogni sofferenza cercata 
e il cerchio si fa via via più stretto
edentula moria di battibecchi
che uccidono il rispetto
non dire nulla se non vuoi che si uccida l'anima
in silenzio ingurgita l'orgoglio.
Danzano i rospi in gole
nutrendosi di peli
con le lingue lunghe e biforcute
li tirano ad uno ad uno 
da stomaci acidi.
Il sapore acre della feccia
addolcisce i pavidi;
nel dissentire gli specchi si scheggiano
ma non rispondono .
Pavoni paupulano con le piume al culo
mentre strisciano i lombrichi .
Gatti giocano con topini rosa
mentre albatri si aggirano attorno a navi
illudendosi di non atterrare.
Rosicano i topi aspettando di essere ratti
ma la trasmutazione è illusoria
i ratti si fanno tacchini e pomposi pavoni.
Il senso della vita è l'onore
 l' Aurum risiede in cuori di cristallo.
Ogni vestito ha una macchia anche se la dimensione è differente
nessuna cosa  perfetta
tranne la perfezione stessa.
La radio è in sintonia con questo mondo
mentre déi senza nome osservano le spirali.
L'ascesa è dei folli che hanno perso il senno.
Nessuna via è prescritta;
il finale non è mai scontato.

giovedì 13 gennaio 2011

Sex

Il caldo brucia

confonde l'anima

la appanna.

Fuori dal senno

il cervello si stacca

solo pulsioni ed emozioni

slittano su corpi che avvolgono.

Senza controllo

mentre ogni cosa frena

a quel paese i limiti e la misura

resta il fuoco, il bruciare

nessun suono nella testa

nessuna sentenza

solo visioni

sussurri ,spasimi

ansanti danze che voluttuose fascinano.

Ogni cosa è droga

la mente riposa

il corpo invece

lui è sveglio e nulla può fermarlo...

mercoledì 12 gennaio 2011

Pulsazioni

Il buio avanza ed indietreggia
pulsante e senza scopo
rende la vita paradiso ed inferno.
Chiusi tutti all'interno di camere sferiche
ci rendiamo conto che l pulsare è vitale
solo nei contrari le differenze sono palesi.
Avanti e indietro nell'altalena danziamo
cullati dalla musica di astri senza coscienza
saggi come nessuno
che hanno attraversato tempi senza fine
per giungere al soffio della nostra vita.
Ritmi che l'universo ha dentro dall'inizio
e che ogni pietra  conosce.

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...