Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2011

P E R D I T I - BELLISSIMA POESIA LEGGETELA.

Ritorno a pensare al mondo
a quel limite tra terra e cielo
che mi sono posto innanzi.
Nessuno spazio alla metrica
nessun desiderio che non sia scellerato.
L'unica via è il bere
fino all'ultima goccia di essenza.
Senza domandarsi se sia giusto o sbagliato.
Ritrovarsi
nei fumi dell'esistenza
assetati di anima
e perdere se stessi alla ricerca del Nirvana.
Financo chiedersi cosa sia il nulla
se non quello che il mondo
per troppo tempo ha negato.
Spingersi oltre le sponde del proprio oceano
alla disperata ricerca della terra al di là
Scoprendo che altrove è solo fumo e nebbia.
Affamato di spirito e esoterici riti
viaggiando tra la terra ed il cielo
spingendosi appena più in là
fino a perdere la propria essenza
e divenire uno con il tutto
senza speranza di ritorno.
Angeli lottano il bene per farci desistere
L'autolesionismo impregna i nostri geni.
Felicità è pregare di non subire il male;
strana via alla gioia
lecca-lecca che non ha sapore.
Cavolo vedessi la tua faccia nel leggermi
stai pensando qua…

Un ultimo sguardo

Ogni frase è superflua nel gioco delle parti solo sospiri e sfioramenti. I silenzi sono parole che pesano ed i tuoi sguardi accendono fuochi. Osservo la tua bocca perfetta fatta per essere adorata e in ogni senso invasa. Guardo le tue mani danzano sull'aria promettendo ansimi e sospiri. Mi perdo nel tuo sguardo all'interno di un tempo infinito dentro il mio inferno. Il tuo viso perfetto dolce come sa essere dolce una Strega. Le tue gambe sono rivolte al mio sguardo apri e chiudi con maestria la gemma che mi brucia. Osservi la mia voglia ed il tuo sorriso mi guarda con le sue promesse. Ti alzi accanto a te il tuo uomo. Mi lanci un ultimo sguardo illudendo il mio desiderio privo di senno.