giovedì 2 febbraio 2012

ETERNITÀ INFINITA

Salto;
a piedi pari salto
dentro il mio giovane Io
o almeno,
in quello che di me conosco.
Non riesco
ad essere altri che me stesso;
giusto un semplice Uomo,
senza eroismi,
senza perdono.I
Un semplice pezzo di carbonio
ma tutto attorno
LUCE;
splendida luce
che mi avvolge,
compenetrata dentro le viscere
alla materia pulsante,
alla materia vivente.
Dentro il fango che nel tempo fluttua.
Immersa fino al collo 
alla
Luce
FUOCO 
che è Gioia,
Appartenenza,
Donazione.
Materia Viva 
tra passato presente e futuro
muovo i miei passi
alla ricerca del pormi al di fuori,
al di là dei limiti :
LIBERO.
Unito per sempre all'ESSENZA
alla PERENNE VITA
che nell'universo è immobile
Infinita.
Nessun trascorrere,
nessun appassire,
semplicemente
ESSERE !
VITA 
che non muore.
Noi Uomini nuovi,
senza denaro o ricchezze,
senza "sarò" o potenza.
Puro ATTO
ORA !
In un istante che non ha fine.
Nessun PECCATO,
nessun DEMONE,
solo 
DONO
AMORE
senza condizione.
La condizione è freno
qualcosa che ha  spazio e  tempo;
il divenire che appartiene alla morte.
Ciò che si taglia svanisce
solo quello che 
È
resta
IMMUTABILE.
Uniti per sempre alla
LUCE
che è
LUI.
Perdersi
nel SUO AMORE
che è 
SEMPRE.
Sentirsi avvolgere dal SUO abbraccio,
ESISTERE...
per una volta 
ESISTERE
totalmente,
completamente.
Volare al di sopra dei limiti
che questo mondo impone.
Entrare in assonanza
col VIBRARE.
ESISTERE,
per una volta
sapendo bene che UNA non esiste
UNA è semplicemente SEMPRE.
Soddisfare ogni bene
essere DONO
essere BENE
ESSERE.
Nella vita smarrito
nella vita sofferente
ma la sofferenza non Eleva
la sofferenza affossa.
La sofferenza
è un senso di colpa mangiato da famelici vermi.
La chiesa;
ha smesso di essere la CHIESA
nello stesso momento che divenne,
nell'attimo preciso in cui l'ha avvolta l'oro.
L'inferno e il paradiso ?
sono due candide bugie,
inventate da un uomo circonciso
per tenere l'uomo sotto i piedi.
Favolette costruite ad arte 
per chiudere la mente
giù in soffitta.
Qui presto accorrete
e noterete dell'uomo la sconfitta.
Arriva l'UOMO
posto al di là del mondo;
dentro il MONDO.
LIBERO e al SERVIZIO.
Siori e siori,
venite ad ammirare
le bestie crudeli,
la Colpa , la Paura
che ringhiano senza più potere,
schiacciate sotto il candido tallone
del È che È senza inibizione.
Il mondo non è un cerchio,
non è  una linea retta;
il MONDO  è un PUNTO;
invisibile macchia.
Il MONDO non  ha spazio , non ha tempo.
Io che scrivo,
sì IO ;
SONO PROPRIO UN PAZZO.
Sono un drogato,
drogato di illusione;
uno che muore senza mai morire.
Del resto anche il grano per divenire grano
deve, lentamente, di vivere cessare... per 
VIVERE.
IO SARÒ!
no, amico mio,
fosse così non sarei che fumo,
nebbia di uomo,
fango senza luce.
No, amico, mi correggo;
IO SONO !
anzi per essere preciso
             IO !

Nessun commento:

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...