domenica 18 novembre 2012

Scale

Mi stordisco con polvere di illusione
brancolando a cuore spento sul mondo.
Giro all'interno del buio
su sentieri che girano in tondo.
Nei miei sogni mi perdo
smarrendo l'essenza delle mie inquietudini.
Trovo aneliti di speranze 
fumose e prive di corpo
che viaggiano nei labirinti delle mie assenze.
Speranza parola senza consistenza.
Io sono preda del mio cibo
del ritmo che mi batte sulla pelle.
Virtù dell'esistere è la mediazione
per cui oscillo
come un giunco al vento
spavento me ed i miei occhi scuri
ma il vento 
flebile
mi butta a terra
ed io non vedo scale per salire. 

Nessun commento:

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...