Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2013

Buio Luce

Lampi scintillano 
luccicando d'argento;
si chiudono le stelle 
al drago che le avvolge.
Un lato alla luce
l'altro volto di Antimonio.
Oscilla il Mercurio
tra i due contrari
ed in silenzio Giano
sorride e piange.
Panta chiaro, 
Panta nascosto.
Immagini e foto
sembrano uguali
ed in ognuno fluisce Zolfo.
Alchimia e Pensieri
il lato oscuro
ed il chiaro
due aspetti differenti dell'Unità
e l'Uno è due
specchio e riflesso
l'unione in un punto
ed il punto è nascosto.

Il mio suono

Sincopata essenza
frequenza che rigidamente si impenna
Pensa e urla fino a quando hai fiato dentro
e pure dopo urla fino  a sputare sangue
Ahhhh
Nessun silenzio può azzittirmi
io grido e la mia follia esplode
corrode l'anima fino al midollo
non mollo
e non mi spengo
Vengo e ti grido in faccia
ti infiammo fino a quando non ti perdi
e nel mio nulla non giungi.
Lo senti il mio suono
il mio canto
il mio demonio?
Io non sono io 
io sono posseduto.
Esplosioni dissonanze Orripilanti
Fango e letame 
in questo tempo infame.
Dolce lo senti
il suono arriva nel tuo cuore
Strazio
e il mio amore ti pervade dolce
Strappo
Miele sul volto, sulla bocca
Gracchio
e la mia carezza dolcemente tocca
Squarcio.
Cocco di mamma io sono il maiale
Infame
l'untore che ti tocca e ti sevizia
Senti il mio fetido odore
profuma di zolfo e vermi morti
I tuoi capelli corti
ad uno ad uno strappo
e le tue gambe stanche
dal tuo corpo inerme stacco
e storpio ti farò camminare
sul sentiero di blatte e uova marce 
fino di nuovo farti urlare.
Sarò la nemesi
il t…

Liberi

Liberi 
senza lacci
viaggiare all'arrembaggio
sulle ali del vento
con la pioggia sul viso
ed il cuore che batte  
tamburo dentro il petto.
La storia è ad effetto
ed il suono è musica
fuga di Bach
melodia di conquista e passione
ogni cosa un tempo 
ed il tempo prima o dopo arriva.
Liberi
a volto scoperto
nessuna illusione
o emozione corrotta
come fluido olio
avanziamo
le maschere alle spalle
bruciate dal Vero.
Pensiero che danza
su armonie semplici
fatte da suoni senza fronzoli.
Oro ed argento
diamanti e rubini
il gioco è ritmato dai silenzi
pulsa il sangue
mentre il giorno cammina
passi continui sulla sabbia
e pioggia che continua a cadere
e tu sei vero
in mezzo ai grigi
alle forbici che tagliano ali
ma chi se ne frega siamo già in volo.
Liberi.

Pasqua in agrodolce

Pasqua è Resurrezione
Si alza il barbone morto in terra
il bimbo soldato ammazzato in guerra;
si sveglia e sorride la donna uccisa dall'amante
il defunto accoltellato da un passante.
Pasqua e speranza
Si abbevera alla sabbia la ragazza senza nome 
sorride il giovane padre alla disoccupazione
Brinda il vecchio uomo senza la pensione
mangia aria e promesse il bambino pancia gonfia
Pasqua è cambiamento
e il bancario conta i soldi sopra la pelle dei defunti
l'industria della guerra dichiara guerra
il mondo si inginocchia faccia a terra
chi è ricco resta ricco e degli altri chi cazzo se ne fotte
l'arrogante vorrebbe fare a botte
Pasqua è Gioia
bando alle ciancie scacciate la noia
urlate al mondo la disperazione,il mondo canterà la sua canzone
 Questa non è poesia 
questa storia è banale
non serve neanche scrivere il finale.
Tutti sorrisi, tutte moine
Eppure serve La Resurrezione
Io voglio la speranza che non muore
Il cambiamento che tutto sia migliore
e che la gioia risplenda in fondo al cuore
Auguri

Luce- pensieri

"La Luce non è qualcosa che viene dal fuori ma è un movimento che dall'interno di ognuno cerca spazi per uscire ed avvolgere "Per raggiungere l'illuminazione bisogna abbattere le barriere tra corpo Anima e SPIRITO; per fare questo ognuno ha una strada che deve trovare da solo o con l'aiuto dei Maestri" "I Maestri possono avere un nome o una Voce, possono avere un aspetto fisico o solamente essere una sensazione, possono apparire sotto forma di un libro ,un amico, un nemico, un rimprovero, una foto, un quadro. Potrebbe sembrare che essi imparino ma comunque se DEVI ascoltare allora essi insegnano" Anima e SPIRITO sono differenti: l'anima è legata alle emozioni della terra e dalle emozioni è influenzata "Ti amo con tutta l'anima; mi hai ferito l'anima..." ; lo SPIRITO è pura Vibrazione , osserva le emozioni senza farsene influenzare, è AMORE Puro ; come fonte Dona a chi si abbevera, non è legato e non Giudica. L'ILLUMINAZIONE è…
Ho spento l'eco dei tuoi sorrisi
che avevano avvolto il mio cuore.
Ho rinchiuso i tuoi silenzi assordanti
che si erano presi gioco delle mie assenze.
Ho sfregiato i tuoi occhi di luce
in cui ho specchiato il mio futuro.
Adesso libero di Te rinnego me stesso
nel desiderio senza nome di ritrovarti.

Notturno jazz

Viaggiano i sogni
rubando immagini ai mondi
l'assenza di un sorriso
toglie la luce al sole.
Lacere nubi scorrono
stracci di vento le sospingono.
La notte spinge l'altezzosa oscurità
a divenire regina.
Il pianto sommesso di un bambino
strazia un cuore che dorme.
Nessuno si accorge di un dramma
se il dolore non bussa.
Russa la maga che ha rubato il futuro
il suo cuore è scuro
nel suo sorriso si è perduto
il giovane fanciullo puro.
Stride il gatto in amore
ed un violino soffocato con il silenzio  muore.
Il morto si gioca a dadi il futuro
mentre la Signora sorride sdentata.
L'amata dorme
nel sonno violata;
il ministro di Dio
dai suoi demoni è goduto.
Il parco vagabondo
nel silenzio vaga
il freddo gli è compagno
e con la falce gioca.
Rimani signore
le tue carte sono giuste
questa notte il fiume
è solamente acqua.
Godi sudato
nell'amplesso del nulla
tutto d'un fiato
bevi il vino nuovo
del resto hai già pagato.
Dondola la culla
nell'armonia delle stelle;
Freme la mia mente
a litaniare parole
nebbia di frasi …

illuminato ?

Rimane all'interno di un sorriso
la rabbia
la paura dei lacci
il distacco dal mondo
la sabbia.
Non essere appieno ,
anaffettivo amante
il saccente ha compreso ?
la sua credenza è specchio di lago.
Distante anni luce
dalla Luce avvolta
o è solo la sua ombra?
Confondere il dito con la luna
la vita è pura fortuna
ed il dito è vicino,
ogni suo dettaglio è chiaro
luminoso e sincero.
La sincronia è unione nella grotta
anche se ognuno ne vede solo parte
e la sua parte è Lucente.
Il Nuovo mondo arriverà
ed il vecchio sta per finire
Il mondo ha bisogno di giusti
ma i Giusti si nascondono al mondo.
Non bisogna credersi luce
chi lo è Illumina
e non parla
ma la Luce non è fuoco che brucia
Fiamma che dona la strada
senza implicazioni.
Un sentimento donato
è vento
ed il Vento è soffio di Anima.
Simili su strade differenti
ed ognuna è perfettibile.
La via è errata
ed al tempo stesso giusta
cambia il punto di vista.
Non pensare di essere diversa
perchè diverso è solo soggetto materiale
e noi siamo nebbia di sogno

Correre...correre

Il fiato sul collo
la notte è giovane
corro... corro
il tempo è sempre poco
ogni cosa è rapida
ogni momento va speso
La morte , la morte è stupida
ancora lei non mi ha preso
Correre devo correre
far vedere quando valgo
del coltello ho il manico
io sono spavaldo.
Correre correre sempre
il tempo non mi aspetta
chi se ne fotte degli altri
adesso si, adesso ho fretta.
Ogni cosa è perfetta
gli altri solo degli stronzi
io sono il migliore
io sono immortale.
Correre correre sempre
del resto il mio sangue pulsa
batte il mio cuore la vita
e non sarà mai finita.
Correre correre...
STOPPPPP

pompa il mio sangue dal corpo
scivola la corsa del tempo
sopra l'asfalto mercurio
e la mia corsa si spegne
Si spegne il mio stupido correre
sento il mio corpo finire
sento il mio spirito andare
ed il mio fiato fuggire.
Vedo le luci ed il buio
vedo il mio buio poi la Luce.
Ogni pensiero assopito
la Morte è vicino Lei tace.
Fermi fermate qui il tempo
fermi bastardi correte
ora il mio tempo è sfumato
ora il futuro è seccato.
Sento ora sento silenzio

Al tuo richiamo

Al tuo richiamo cedo

dentro il tuo sogno cado

nel buio dei miei ricordi

nel tuo mondo vago.

Tu hai il bastone ed il miele

tu hai la carota ed il fiele.

Giochi con il mio corpo

graffiando il mio spirito lieve

giusto quel che basta

per ferirmi l'anima greve.

Sei l'essenza e l'essere

il pensiero costante

il fuoco che vibra sotto pelle

la prigione del mio esistere.

Cantilena tra la vita e morte

Arraffa grani di luna
la clessidra di sabbia;
lacrime di latte e stelle
negli specchi di nebbia;
il cielo ulula alla terra
rubino sfavilla.
Malie della notte
l'oro e la malasorte;
cancello chiuso a chiave
la morte ondulando scorre.
Richiama il silenzio
il nudo cristallo
e prende il sopravvento
lo stridio del tarlo.
Langue il debole alla vista del sangue
svenevole si affaccia. 
Il mondo rinfaccia
pruriti e scarni volti
alla fiera dei morti.
Tic tac e non è tardi
per essere pedanti.
Una scintilla si accende 
 si fa acciaio fuso.
Un sogno si spegne
nell'urlo salato.
Dormi dolce fanciullo
oggi è già Passato

Solo silenzio

Stai evanescendo,
lentamente,
mentre veloce mi sei entrata dentro.
Non sono riuscito a capirlo fino in fondo
sei arrivata senza chiedere il permesso
e mi hai rapito in silenzio.
La tua rabbia ed i tuoi silenzi 
hanno alzato la nebbia
ma dietro lei 
Te
vedo.
Sempre più distante,
sempre più lontana,
evanescere...
come sale nell'acqua,
invisibile ma sempre presente.
Amaro ma indispensabile .
La vita perduta
in un suono impossibile
una nota che non riesco a raggiungere
e senza nota non esiste melodia
solo silenzio

Il poeta e la follia

La Follia sta al Poeta come la Corrente all'oceano, come il Vento all'Atmosfera; è il Movimento Creativo che Lo spinge a Creare.
Senza una sana follia il poeta sarebbe solo uno scribacchino che traccia segni senza Anima.

Folle mi immergo nella mia pazzia.
Oscillante fiamma 
che mi brucia la mente ed il cuore
fuoco che mi divora dentro per uscire.
Nuota nella corrente il Mare
ed il mare respira;
si alza e si abbassa al ritmo delle maree
 il suo suono è magia.
È il canto delle sirene che ti ammalia 
che ti sprofonda senza pietà alcuna.
Soffia il vento 
ululando alla luna il suo tormento
soffia al sole la sua gioia
la sua altalenante schizofrenia.
Volano semi di vita
nelle strade che il Movimento decide
ogni cosa troverà il suo posto
all'interno del suo caos.
Così Io,
 mi muovo
all'interno delle mie assenze
sfidando l'assurdo,
nella folle pazzia di una mente malata
che ansima aria ed acqua.
Raggiungo la strada del mio nulla
riempiendomi di fumo di emozioni.
Le digerisco
ed all'interno delle m…

Chaos

Rincorriamo l'estasi in migliaia di percorsi, pensiamo di essere diversi ma non siamo eroi. Tu mi ascolti e credi di sapere ogni cosa; perso tra il sapere e l'essere. Tu mi senti e pensi che mi nasconda ma sono solo quello che vedi. Io sono inerme alla bellezza del mondo; io sono imberbe, senza struttura attorno. Tu che viaggi nei mille mondi  chiedi a me cosa significhi viaggio ?  Io non ho conoscenza e tutto il mio sapere è nulla. Solo il vuoto tra la mia testa ed il cuore ed i pensieri sono bambini in fasce. Il mio tempo muore,  si spendono gli attimi per conquistare minuti ma ogni giorno è perso; Tu resti in trappola perduto nelle tue convinzioni nei tuoi blocchi mentali, nei tuoi viaggi astrali dove ti alzi di uno sputo. Rimani colto senza aver colto il senso, eppure le parole non sono complesse; La filosofia è un Dao del pensiero ed io sono fiero di esser morto ed il suo contrario. Non è raro che qualcuno comprenda, basta che non si faccia seghe. Sono beghe ed il linguaggio viaggia, lascia le mie mani, a…

Aspettami

Voglio semplicemente sfiorarti
senza leggere il pensiero.
Non voglio perdermi.

Voglio semplicemente sentirti
senza ascoltare nulla
non voglio farti entrare.

Voglio essere il vento
che sottile carezza;
la pioggia che ti scivola 
lenta addosso.
Voglio essere la sabbia 
che dalle mani ti sfugge,
il desiderio che di me ti strugge.

Resterò ad osservarti 
nel mio innocente silenzio
non avvicinarti
il mio gusto è assenzio.

Senti la mia voce che chiama
che sussurra il tuo nome
è l'eco del mio miraggio
che ti vuole ammaliare.

Non morire per me
sono il sogno che al mattino svanisce
la nebbia che al primo sole sfiorisce.

Ti resterò dentro
virale
senza toccarti davvero
dentro il tuo cuore mortale
sarò lo strisciante pensiero.
Aspettami! 

Esoterica onirica

Gli spiriti si sfiorano 
all'incrocio del mondo.
Affinità elettive
nel sentire profondo.
Il limite ultimo è la coscienza
l'inconsapevolezza di esistere 
al di là della propria esistenza.
Muoversi tra limiti
che sono fumo di Sale
mentre l'etere immenso
nel tuo profondo ti assale.
Sprazzi di Luce oscilliamo
nelle forme-pensiero
mentre i dubbi sciogliamo
dentro il desiderio.
Ridda di voci stemperano
le follie che ci avvolgono
e camminiamo statici
sui riflessi che sporgono.
Rasentiamo nostalgici
il mondo degli dei
credendo di essere ossigeno e carbonio.
Il suono è potere
ma non riusciamo a parlare
Dissertiamo del nulla nello spazio delle ere.
Ma folli di incoscienza 
non riusciamo a credere e a vedere.
Le sfere vuote ci avvolgono 
sono il nostro limite
al di fuori da esse lo spazio pieno.
Il miraggio terreno 
ci àncora .
Li spiriti si sfiorano 
senza saperne il motivo.

Legame Karmico

La colpa e la pena
due strade che si uniscono al centro.
Lottare non ha senso
servono meriti e giustizia.
Lo spirito ha leggi che il mondo non conosce
a caso nessuno in questo mondo nasce.
La corda ed il filo
ci uniscono al centro .
Ognuno è dentro.
Non tutto è nascosto
ma ogni cosa è velata.
I debiti si pagano
la via è già segnata.
La giustizia è giusta comunque Tu la guardi
e il percorso serve a superare i tuoi traguardi.
Si è spezzata una promessa
un antico legame
e qualunque cosa Tu dica
ti posso solo amare.
Non l'amore che credi
non un amore banale
ma il segno tangibile
l'amore ancestrale.
Hai spezzato la lama 
che mi serrava il collo
ed il karma passato
l'ho lasciato alle spalle.
Nessun rimorso
nessuno il ricordo
ma ne sono certo
il mondo ora è rotondo.
Passano i secoli ed i quanti
gli illuminati ascendono
Tu non sai chi Io sia ed IO ti conosco
Tu sai chi sono Io 
Io non sono nascosto.
Esoterica ed alchimia 
tutto è trasformazione
questa non è poesia
questa non è umiliazione.
Le lettere sono strumento
sono …

Io sono morto

Il mistero mi chiama alla sua porta
implora di entrare dentro
è la mia meraviglia
è il mio spavento. 
Fuggo
e la mia fuga è il mio commento.
Mi perdo tra le stelle
nel Fuoco archetipo che mi avvolge
La paura cede il passo
quello che deve essere avviene.
Nessuna scelta
il libero arbitrio ti conduce alla tua essenza.
Nessuno può scappare a sé stesso
il prezzo è sopravvivere,
muoversi senza vivere
il disprezzo.
Si muore cento volte o una sola
e nessuna volta ci si consola.
La morte è la fine
oppure un inizio
Silenzio , zitto, 
dono a te un indizio.
Io sono morto
respiro senza aria
Paria
non comprendi il senso?
Non capisci la mia serena follia?
IO SONO MORTO
eppure ancora ti ascolto
No il mio pensiero è un lampo
un gramo,un grumo,
una scintilla , un pegno, un segno;
dissento dal comune sentire;
mi trasformo , impazzisco , evolvo, mi involvo,
devolvo il mio sapere allo stagno
che dopo poco imputridisce e si consuma.
Consunto ,
digerito dalla vita 
sputato e ritornato alla vita.
Te lo ripeto
IO SONO MORTO
e Tu?