lunedì 11 marzo 2013

Aspettami

Voglio semplicemente sfiorarti
senza leggere il pensiero.
Non voglio perdermi.

Voglio semplicemente sentirti
senza ascoltare nulla
non voglio farti entrare.

Voglio essere il vento
che sottile carezza;
la pioggia che ti scivola 
lenta addosso.
Voglio essere la sabbia 
che dalle mani ti sfugge,
il desiderio che di me ti strugge.

Resterò ad osservarti 
nel mio innocente silenzio
non avvicinarti
il mio gusto è assenzio.

Senti la mia voce che chiama
che sussurra il tuo nome
è l'eco del mio miraggio
che ti vuole ammaliare.

Non morire per me
sono il sogno che al mattino svanisce
la nebbia che al primo sole sfiorisce.

Ti resterò dentro
virale
senza toccarti davvero
dentro il tuo cuore mortale
sarò lo strisciante pensiero.
Aspettami! 
Modigliani nudo

Nessun commento:

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...