venerdì 9 agosto 2013

Mio Angelo

Da quale angolo del paradiso sei discesa
qui sulla terra a morire di me
Tu che nel limbo sei immortale
hai scelto di legarti all'attesa.
Hai strappato le tue ali
condiviso la sorte dei mortali
il loro odore che sa di terra bruciata
l'ansimare violento
la cacofonia del loro rumore.
Tu che avevi per nutrirti l'ambrosia
e il tuo mondo era Luce
sei arrivata nel mio buio
per trovare la "tua pace".
Tu migliaia di anni e di esperienze
nessun segreto milioni di esistenze,
hai deciso di essere
solo per me esistere.
Perdere la consapevolezza
per soffrire del mio amore
il mio amore così umano
cosi caldamente terreno.
Desideravi veramente il mio corpo
il mio corpo che lentamente marcirà nel flusso del tempo?
Desideravi così tanto i miei baci
i miei sorrisi che a volte si fanno di ombra?
Desideravi così tanto i miei occhi
i miei occhi che insieme ai tuoi perderanno la luce?
Quale immensa follia mio Amore
quale immensa Pazzia
ti ha legato al mio cuore?
Mi dici che sono pazzo
che sei nata da donna
ma io lo so
la mia mente ragiona.
Sei troppo bella per essere umana
ed i tuoi occhi splendono come una stella
e come mi ami Tu nessuno mai potrà.
No amore mio tu sei un angelo
un Angelo di DIO.
Venuta sulla terra perché ti sei
stranamente
follemente
innamorata di me
ed io in te mi sono perso...

Nessun commento:

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...