Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2014

Gli uomini e le Guerre

Io non riesco a capire come mai, durante le guerre, uomini che non farebbero male a una mosca , divengono assassini, forse le guerre servono ad assorbire tutta quella cattiveria che ognuno si porta dentro . servono a fare uscire fuori il male per vederlo in faccia e comprendere quanto possa essere doloroso.
Io non comprendo perché milioni di persone divengono succubi di centinaia di omini di potere che, dietro le loro scrivanie , decidono chi e perché uccidere e i milioni li seguono ciecamente senza dubitare, senza ribellarsi, anzi assurgendo questi a eroi nazionali.
Io non comprendo come possano uomini di chiesa esternare blasfemie per condurre fedeli a combattere in nome di un dio che a mio parere è un immagine malefica creata da anime corrotte  colme di cattiveria, si , cattiveria è una parola obsoleta e da bambini ma a me piacerebbe tornare innocente e credere in Babbo Natale a proposito, ci credo.
Sono confuso se penso che per il potere e il danaro si decide di costruire strumenti c…

Arch Angel

Volano con ali di infinito
sugli uomini
con amore indefinito
Il cuore caldo di Sole
accende emozioni ed amore.

Gli occhi di Luce di Stella
allontanano il buio della notte.

Nell'oscurità Faro
la guida che ti riporta al Chiaro ;
Nella Luce Fratello
compagno senza nessun fardello.

Brilla il Volto
ed il Corpo è fluido fuoco

Tutto tocca
è il dolore si fa gioco.

Mistero senza trucchi
il desiderio è guardarti

Colori brillano
immagini di mondi sconosciuti.

Li ho conosciuti
all'interno dei sogni
nei miei bisogni
nell'essenza del mio esistere
nel mio sorriso
nel pianto
nella Poesia di cui mi vanto.

Ogni cosa dal Loro Vibrare pervasa
io Tremo
fremo
...Sono con Me

Necessità e desiderio

Si oscilla tra necessità e desiderio
nel fiume che nasconde la strada.
Buio e sole si alternano all'interno del mondo
ognuno con i suoi doni e le sue maledizioni.
(Le rime bastarde non vengono
ma io non me ne curo
le mie poesie suonano all'interno della mia musica)
Curiosano sbeffeggiando il percorso
i sentieri sembrano distanti.
A volte paiono intersecarsi
ma camminano su livelli diversi.
(perché le poesie devono avere gabbie
chi ha scritto che devono avere stile
non basta che scuotino l'anima?)
Diamanti che sono fatti d'aria
letame che nutre fiori dai colori dell'oro.
La necessità si nutre di fuoco
il suo sapore è amaro
qualche volta sale allo stomaco
è serva del bisogno.
Il desiderio si nutre di vento
il suo gusto è d'ambrosia
scende nell'anima
è padrone del sogno.
( è inutile che io mi sforzi
io non riesco a trovare le parole adatte
le frasi auliche che rendono un concetto poesia
ma non è forse poesia il sentire
il comunicare i sentimenti dello spirito?)
Si oscilla in questo regno
t…

La Voglia

Si allargano le tue labbra
lentamente si arrossano.

Io divento forza
dentro Te la mia voglia si fa potere.

Divento il fuoco che incendia
Mi faccio uragano che dilania
Burrasca che falcidia .

Nel tuo ansimare entro
come un ladro
senza essere invitato
e di te ogni cosa mi prendo
tutto ciò che IO voglio.

Ed allora ti arrendi
e diventi mare in cui mi perdo
neve che mi avvolge e sotto la quale ho calore.

Ti fai pensiero e sogno
dal quale mi sveglio
con le tue unghia che lacerano il mio corpo.

Con il tuo sguardo che cerca il mio piacere.
quello che Tu hai scelto di concedermi.

Con le tue gambe che,
serpenti senza pena
mi avvolgono per afferrare il mio fiato.

Con la tua bocca
ed i suoi denti
che attendono solo di assaggiare la mia carne.

Con il tuo seno
che ordina al mio sangue di pulsare.

Con il tuo sesso che
senza ritegno
attende il mio per asciugarne il respiro.

Con la tua voglia che mi ha rubato l'anima


Licciardello Alfio Armando
Tratto da Libro POESIE Miele e Lava

Natura.

La mia anima si perde,
fra le nuvole,
nelle ali degli uccelli,
tra i caldi raggi del sole,
nelle gocce della pioggia che sulla terra scende.
Mi immergo nel tutto
trovando il nulla che dà pace.
Passa un gabbiano,
si tuffa in mare.
Aggrappato alle sue ali
mi lascio andare
nel rumore del vento,
ritrovando il mio corpo.
Mi e' rimasto il calore del sole
che insieme ai tuoi occhi
mi dona il coraggio
di lottare la vita.
Licciardello Alfio Armando

IL MONDO ATTENDE

Il mondo attende
in silenzio pretende
qualcuno che cambi le cose
che dia una scossa
una sommossa
qualcosa che muovi le acque
un vento nuovo .

Il mondo è pigro
si crogiola su sé stesso
non ha senso che Lui si muova
non adesso.

Il mondo aspetta
sbadigliando confuso
che il suo cammino
non sia mai concluso.

Il mondo ride
digrignando i denti
bava alla bocca
la rabbia dei dementi.

Nessuno agisce
nessuno si muove
solo fumo e silenzio
oppio nei cuori nella mente assenzio.

Si è stancato di aspettare
ed URLAAAA ...
cerca di smuovere chi non sa camminare
solo i bambini i pazzi ed i sognatori
hanno il coraggio di affrontare il viaggio
Alfio Armando Licciardello
I video sono in originale e sottotitolati perché la potenza e la forza che c'è nel suono delle loro parole non potrà essere mai tradotta
http://youtu.be/AKztjBZ6bm0
http://youtu.be/NStyRt19flA

Avere senza dare

Non un respiro non un battito nel cuore.
Il tempo,
Signore
si è fermato per un attimo infinito.
Ne ha abbastanza di guardare
di vedere bambini morire.
Non esistono parole per spiegare
essere felici è un diritto;
è un diritto di ogni essere umano
vivere , bere, mangiare.
Si sono arrogati il potere,
il diritto di decidere che cosa è il DIRITTO.
Avere senza dare
buttare, consumare
senza un razionale uso del benessere
chi finisce è "cessato"
chi se ne fotte
qualcuno in meno
c'è troppa carne al fuoco.
Il sistema è corrotto
il mondo è corrotto
noi non valiamo un cazzo.
Occhi si spengono
bocche si spengono
pancia si riempiono di acqua
altre di vino.
"La nascita è un dono DIVINO
ed io che cosa posso fare se non hai avuto culo
potevi nascere altrove
amico che vuoi
non prendertela con me se sei stato fottuto".
Il Sistema va cambiato
Totale Epocale Cambiamento
Sostenere chi soffre
per dare loro modo di iniziare;
no non metteteli alle fosse;
sostenere, proteggere aiutare
questa è la via
la strada da fare.
N…

Lo scopo

Io scendo
nell'abisso del tuo sguardo.
Sfido le tue Lune
mentre il coraggio sfuma.

Ti osservo sorridere
distesa sul letto
nuda
la tua pelle sussurra parole di fuoco
io pedina del tuo gioco.

Mi ammali con i tuoi capelli
che con le dita intrecci
le tue labbra socchiuse
con la lingua carezzi.

Io rimango in silenzio
ad osservare il destino
inerme
al tuo corpo che mi urla
io preda mi inchino.

Non ho alcuna speranza
di fuggire dal ruolo
sono solo strumento
al tuo perverso pensiero.

Chiudo la mente ed inspiro
il mio scopo è arrivato
la mia vita è giunta
infine
a ciò per cui era nata.

Il tuo seno è il mio cibo
il tuo ventre fontana
Tu ti fai mio respiro
il mio sangue che scorre.
Licciardello Alfio Armamdo

Melancolia

I pensieri viaggiano
vagano confusi
la mia mente freme
trema
si nasconde dal pensiero razionale.
Sembra ieri che ancora pregavo alla luna
mentre oggi le sputo in faccia il mio destino
il mio essere al di sopra delle convenzioni.
Sono stanco di vendere la mia libertà al denaro
alle convenzioni idiote
a un dio che mi ha schiacciato.

Sono stanco
di questi cavolo di lacci
queste funi che non so spezzare
che mi feriscono il volto.

io volo in alto
al di là di me stesso
senza accorgermi che sono sdraiato sul mio dorso.

Sparo sentenze da un fucile a salve
rubando vita alla mia vita
mentre incendio il mio scuro fattore.

Sono in errore
sbaglio a non essere comune
usuale
a non lasciarmi andare alla vita,
a non abbandonarmi alle convinzioni.
Calare la testa sorridendo
infischiandosene di quello che mi piace.
Cavolo bere e mangiare
televisione vacanze
il mutuo
ogni tanto una scopata
sana e senza pensieri
noi siamo finti
oggi come ieri
sbattiamo sulle pagine le nostre illusioni
sperando di avere il coraggio di coglierle.
Noi sia…

Io spengo

Resta il suono dei tasti
a tenermi sveglio
mentre scrivo gli ultimi pensieri.
Ascolto il respiro della notte
il suo ansimare, al mio orecchio ,
storie sbagliate e nascoste.
Ogni rumore attorno, lento, si spegne;
resta il suono di un condizionatore acceso,
il tuo respiro altrimenti silenzioso,
l'attesa,
un gatto che domanda amore,
l'ansimare di una donna in calore,
una stella che pulsando si accende
illuminando la notte.

Tu che attendi le mie parole
e le fai Tue portandole all'interno del cuore.

Fai bei sogni...
...io spengo
Alfio Armando Licciardello

Io mi sono persa

o mi sono persa
ho smarrito Me
mi sono nascosta perdendo il mio sé.
Un amore sbagliato
mi ha condotto alla morte
il mio corpo respira
'fanculo alla mia sorte.

Nel passato rinchiusa
tra catene di odio
il mio Amore che anela
all'Amore dispera.

Violenza
dolore
disperata speranza
nessuna compassione.

Annego smarrita
in un mondo di fango
la mia unica fuga
e sparire
io Piango

Nelle lacrime
chiudo il mio cuore strappato
ogni sogno rinchiudo
nel futuro malato.

Domani esiste solo per chi vive
ed Io non riesco a comprendere
se a me qualcosa sopravvive.

Nessuna fiducia
aspiro all'amore
nessuna speranza
nel silenzio del mio cuore.

Poco piu in là ... scintille

Intanto cammino

Oggi attendo il senso e la ragione del mio esistere
Oggi io sono
domani non mi è dato di sapere
La mia vita è LA MIA
nessun altro può comprendere
Quello che Io sono è rinchiuso dentro l'Essere.

In alto falchi volano
galleggiando sul vento
Spiralano la vita alla ricerca del loro nutrimento
In basso uomini ricercano la strada
Volteggiando inermi sulla loro vita
Galleggiano su venti di sogni addormentati
Pregando in silenzio di essere svegliati.
Intanto cammino ...
Alfio Armando Licciardello

Blu notte

Blu notte,
silenzio e ascolta.
Sei solo con te stesso
nascosto
Nessun suono
se non il tuo respiro.
Due gatti bisticciano alla luna,
soffiando la loro rabbia alle stelle
il suono di una campana rintocca nel buio
vibra il sangue e la pelle.

Blu notte ,
qualcuno canta ancora,
qualcuno urla a Dio la sua vita sbagliata.
C'è chi si agita,
chi freme di piacere
chi prega i suoi démoni.
chi gode nel soffrire

Blu notte
le ombre, nascoste
hanno paura di fare rumore.
Sospiri sommessi
arrancano a fatica.
Qualcuno muore in fretta;
chi nasce nel dolore.

Blu notte
la musica si spegne,
qualche folle si perde
qualcuno perso ci tenta.
Scintilla un attimo un sorriso
ma dopo si smarrisce.

Blu notte
domani è un nuovo giorno
di nuovo
F I N T I
Alfio Armando Licciardello

Macchia sul foglio

Poeti colti,
cantano messaggi
che arrivano in alto
nel cielo.
Io biascicatore di frasi
ed il mio suono
resta sul foglio.
Come zanzare,
schiacciate sui muri,
i miei versi.

Vedo splendide farfalle,
elevarsi al di là del mondo.
Io
non riesco a costruire ali.
Però
forse
la farfalle muoiono in fretta.
Spero che casalinghe, distratte,
lascino seccare le mie macchie .
Alfio A. Licciardello

In Te

Conducimi in catene fino al limite dei tuoi desideri,
alla ricerca del nucleo del tuo piacere non saziato
giunto lì liberami
soddisferò le tue voglie senza freno.
Sarò buono e crudele
delicato ed animale.
Dovrai fidarti di me
e sperare
che avrò pietà del tuo fremere.
Tu per me non hai avuto pena
mi hai condotto al limite della mia follia
stretto nelle tue catene
tra gli anelli che uno dopo l'altro hai intessuto.
Ho attraversato i miei inferni
per giungere al tuo paradiso.
Adesso mi hai liberato
e ti dai a me inerme
indifesa e innocente
fino a quando fidandomi di Te
mi inebrierai del tuo veleno.
Adesso non ho tempo di pensare
il tuo odore ha ucciso la mia mente razionale.
Nessuna pietà la mia
Il tuo fremere è la mia aria
il mio istinto primordiale
in Te Vivo
Alfio Armando Licciardello

Vi Sta cercando

State nascosti arriva .
Shh silenzio se non volete che vi trovi
state zitti e immobili del vostro grigiore vi priva.
È esattamente all'angolo dei vostri sogni
ferma in attesa
di ascoltare il brillare di un sorriso
di vedere il lampo di due occhi illuminati
di odorare risate di miele ed ambrosia.
Quindi silenzio nessuna gioia adombri a voi il pensiero
Lei è pesante
lei sa dove colpirvi...
vi chiede di essere partecipi
di avere il coraggio di vivere
totalmente
completamente
buttando via ogni inutile piagnisteo
cacciando chi vi dice che non è vero
che domani sarà nero
ogni cosa andrà in fumo
sputando in faccia chi vi abbraccia con condiscendenza
"Oggi è così domani come farai senza?"
Chi sorride tra le sue guance emaciate
sussurrando con il fiato irrancidito
Quando si sale è brutto cadere.
Cavolo ci pensate che rinunce
quante persone "care" da dover buttare
quante paure da seppellire.
NO NO NO siete pazzi
dove andate
non provate a dare spazio alle illusioni
loro si divertono a giocare
a farvi …

Nulla

Una linea che delimita carne di donna
sei solo questo
ma brucio.
Specchi su un ovale di epitelio e derma
mi perdo
Rosso colore su un sangue e mucose,
in mille lo hanno
solo tu mi prendi.
Carne che si avvicina
infiamma il mio corpo,
sei sesso!
Nessuna speranza di resistere,
non posso scapparti.
Cellule e vuoto
e se guardo bene
fino in fondo
vuoto ed energia .
Elettroni, protoni, neutroni.
Nell'infinitesimo non esiste materia
sei nulla.
Ma in questo nulla ho perso il mio tutto.
By Alfio A. Licciardello

Li senti?

Li senti?
Stanno parlando di Noi
credono che il giorno porterà alla sera.
Non credergli
Esistono luci che non conoscono buio
Aurore senza fine
spiate dalla luna invidiosa.

Li senti ?
Stanno ridendo di noi
dicono che i nostri baci
oggi miele col tempo diverranno sale.
Non sanno che il tempo è ladro gentiluomo
quello che oggi è miele
domani se curato si farà ambrosia

Li senti ?
Stanno sussurrando di noi
dicono che i nostri sorrisi
si faranno di pianto
Non sanno che i diamanti non possono morire
che il loro brillare riempie il cuore.

Li senti?
Non ha senso farlo
le loro parole sono spine
che feriscono le loro carni;
i loro sguardi rotti specchi
che rimandano la loro immagine distorta
Loro solo le ombre di un amore illuso
morto prima di iniziare...

La Vita

La Vita è bella
il dono grande di una Stella
che pulsa la notte per chiamarmi all'amore
che mi sussurra dolce
che mi dona la Luce
la forza
il fuoco
la sua energia
il suo cuore che brucia.

La Vita è immensa
ogni giorno differente
unico e solo
immenso e senza fine
scritto nell'universo per Me
per farmi divenire
per farmi essere migliore
Essere.

La Vita è Meravigliosa
gioia senza fine
che quando finisce io divento altro
ed anche nel dolore
immensamente cresco
dentro di Lei
nel flusso
mi faccio condurre nel mio porto

La Vita è Felicità
senza edulcorante
basta accettarla e farle onore
Lei è così come è
non ha timore o reverenza
ritma ogni mio desiderio
ogni mio pensiero è fiero di esistere
anche se non diviene è stato .

La Vita è d'amare
in culo alle mie paure
ai miei sensi di colpa
ai miei sogni che non ho il coraggio di afferrare
Ma non mi perdo d'animo
sto imparando a sbagliare
a tornare indietro per ricominciare

I miei sogni non sono persi
solo poco più in là
mi attendono nella mia Vita
Pensieri di Alfio A. …

Al di qua del confine

Rabbia
Malattia
Incendi
Stragi
Distruzione
Follia
Dolore
Terremoto
Eruzione
Sofferenza
Fame
Angoscia
Paura
Pace
Salute
Rinnovamento
Salvezza
Ricostruzione
Calma
Serenità
Sazietà
Fiducia
Speranza
Aspetti della nostra realtà
Lo Yin, lo Yang
sono movimento
il nostro mondo è questo.
Le sue regole fisse ed immutabili,
fanno parte del gioco.
Noi siamo solo stati fortunati
di essere caduti al di quà del confine.

Immortale

Non morirò
nessuno mi toglierà il respiro
sarò vivo
per sempre.
Quando la morte mi arriverà vicino
col suo sorriso e la sua falce
io le farò un inchino
e sparirò al suo sguardo.
Mi nasconderò all'interno dei miei scritti
tra le mie poesie
nei derelitti.
Nei cuori
di chi avrò fatto innamorare,
negli occhi pieni di lacrime
di chi mi ha dato amore.
Nelle anime che hanno letto i miei sogni di fumo
in chi leggerà io sarò lì vicino...
con la mia voce
con la luce che brilla
con la scintilla del mio spirito.

No io non morirò
fregherò la morte
mi piegherò tra le rughe del tuo viso
nel tuo sorriso
nella rabbia che ti avrò evocato
nel peccato,
che magari ti stuzzicherò a provare
nel calore
Nell'abbraccio che darai al tuo amore
che ti incanterà dei miei canti.
Nella paura che ti farà tremare
all'interno dei miei incubi senza colore

Sarò immortale
fin quando una mia nota echeggerà sul mondo
Alfio Armando Licciardello

Io sono...

Sono Puttana, Mignotta, Prostituta;
La Troia che cerchi dentro le tue notti
quando tua moglie lotta coi tuoi figli
e tu sei troppo stanco per capirli.

Sono la Vacca che chiami se ti gira
la Bagascia che cerchi quando tira.
La Rossa che ti scopi quando hai voglia
La Negra che ti sbatti nella fratta.

Sono La Schiava che ti chiava
la Padrona che nella notte ti doma
la ragazzina su cui sbavi bastardo
quello che ti prende col suo uccello.

Io sono il Corpo di cui a Te non fotte niente
La ragazza che racimola denaro
l'entreneuse che ha la fica fatta d'oro
Ti adoro , ti lusingo
è il mio mestiere
del resto così è facile godere.

Io sono quella che è stata Violentata
sono la Deportata
sono la Stuprata
la Picchiata a Sangue
La Ragazza sfruttata
l'Indemoniata che è stata strappata dal suo mondo
Io sono quella che ha il suo uomo che è un bastardo
Sono quella che sperava... è un altra vita

Sono quella che non ha nessuna scelta oppure è Morta
e Tu sei il Mio
...Carnefice
Alfio A. Licciardello

Tic...tac...tic

il tempo è un'idea
un gioco crudele
troppo veloce o troppo lento
non serve proprio a nulla

Il tempo è un tormento
il gioco crudele del vecchio dalla barba bianca
è il futuro che arranca.

Sembra di non averne mai abbastanza.

Il tempo è sdrucciolevole
sfuggente
scappa, corre;
ogni momento si perde
come un bambino dispettoso.

Il tempo è un onere
chi lo ha è ricco
ma deve saperlo spendere con cura.

Tic... tac
il tempo suona,
rintocca al battere della campana;
gode del tuo ansimare scomposto
alla ricerca di lui che si è nascosto
scomparso.
Giusto quando lo pensavi preso
al tempo ti sei arreso.

Ora basta
ho speso tutto il tempo
Tac...tic
Alfio Armando Licciardello

Riflessi

La mente
mènte;
quel che sembra vero è specchio di illusione.

Mentire per difendersi dal fumo del mondo.
Mentire a se stessi
è l'ultima risorsa per sentirsi puri,
liberare sè dalla cenere .

Grandi uomini lottano la vita
vincono, perdono.
Perdòno non sono degno.

Il senso è essere plebei immortali
nè santi nè demoni
solo uomini cuore e sangue.

La memoria ha bisogno di eroi
Cuori senza paura
ma il cuore batte temendo il suo arrestarsi.

I maestri sono fatti anche di aria e carne.
Limiti
...non ci sono limiti all'uomo
eccetto quelli che ogni uomo si pone.
Il mondo è fatto da catene senza anelli
solo chi le costruisce può spezzarle
con denti aguzzi strappando il cuore suo dal petto
neanche i matti provano dolore
però sono pazzi
i saggi attendono i morsi della fame
Oscillano tra follia e ragione le Idee...
Alfio Armando Licciardello

Il Giudizio

Non giudicarmi per il colore della pelle
il bianco, il nero, il rosso, il giallo
sono solamente sfumature.

Non giudicarmi per la mia Religione
Lo Spirito infinito ha molte lingue
non possiamo conoscerle tutte.

Non giudicarmi perché storpio o malato
non esistono colpe da pagare
non sono depravato.

Non giudicarmi per la mia cultura
l'intelligenza non ha nulla a che vedere
La saccenza è vuota senza l'esperienza.

Non giudicarmi per il mio danaro
l'invidia è una bestia crudele
svuota ed affoga senza darsi pena

Non giudicare per il mio orientamento sessuale
l'amore è dentro gli occhi, nel cuore
e non ho colpe se altrove non lo so trovare.

Giudicami perché sono un essere vivente
Comunico e respiro

Giudicami come membro della Terra
qualcuno ha voluto io vi giungessi
comunque Lo si chiami.

Giudicami per la mia anima
i miei occhi nei tuoi possono vederla
siamo specchi immersi nella luce e nel buio

Giudicami per quel che faccio
vivo in una maschera
l'ho posta per nascondere ogni debolezza
ma anche io …

Il senso di Dio

Stelle
Palpitano
Stelle
memorie di secoli
Luce di millenni
polvere nel mondo di mondi lontani
nella luce arriva
nelle mani di nani.

Rondò
attorno tutto è un cerchio
quello che si vede
è il riflesso di un vecchio.

Catturano uomini
sotto montagne e secoli
il battito dell'infinito
alla ricerca di Dio
su anelli senza limiti.

Miseri usano metodi
fatti di fisica e metallo
non comprendono che per capire
ha più senso il tarlo.

Il senso del non senso
il caos senza uno scopo
morire per riprendere
a giocare il gioco.

Ogni cosa è fragile
etere senza forma
ogni cosa è reale
se il momento è globale.

L'essenza è Liquida

Lo zenit

Ansimano voluttuose le Ancelle
alla ricerca del supremo piacere.
L'eunuco guarda attorno
riscoprendo il godere.
Nell'Harem del sultano
giochi di ruolo
la favorita si presta
a tutto lo stuolo.
Ansima soffrendo
ha lei il potere
chiama a se l'eunuco
per farla gioire.
Bocca sulle labbra
turgide e rosse
Lei il volto al cielo
canta in segreto
mentre le altre ancelle
toccano il corpo
nel ballo il mendicante corre al galoppo.
Piano la favorita si muove sapiente
ogni cosa si muove a luci spente.
La guardia del re non deve sapere
che nella stanza buia
ognuno è a godere.
Le ancelle si staccano dal corpo di Lei
e l'una e l'altra giacciono
come plebei.
Continua intanto il pulsare
dell'uomo senza uomo
che vuole anche lui godere
e di finire non è domo.
Lei sorride
suadente
come gatta soffiante
aspettando il momento
in cui ogni cosa si accende
nello zenit dell'amplesso.
Il Re dorme...

Dicono

Dicono che sei la stella più bella,
ma Io non lo credo;
che il tuo sorriso è luce di luna,
non è così ne sono certo.
Labbra di fragola ed occhi di cielo
no, non è cosi , non è per niente vero.

Ti dicono che fluttui come vento
che sei velluto che carezza lento e sensuale
che sai di ambrosia , di miele e di mare.

Tutte idiozie
parole dette solo per stupire
frasi senza senso
vogliono solamente ammaliare.
Nulla è reale
solo sciocchezze senza sostanza ne' sale

Se fossi stella ti perderei per sempre
sola a parlare con il nulla
io morirei con il mio volto al cielo.

Se fossi della luna luce
saresti solo riflesso
della notte schiava

Hai labbra di carne
da mordere e baciare
occhi di specchio;
nei quali la mia anima riflette
solo ciò che di lei è buono.

Il tuo fluttuare è del mio universo movimento
moto perpetuo del mio vivere
Il Tuo corpo è fuoco e tenebra
che mi avvolge e mi conduce con sé.
Il Tuo sapore unico indefinibile
è
senza scampo
il mio solo nutrimento.

Io in Te Vivo
Alfio Armando Licciardello

AMO...

Amo
senza misteri amo il tuo mistero
che ignobile si nasconde al mio cuore.

Amo
senza paura amo le tue paure
che vigliacche mi tengono lontano.

Amo
senza pensieri amo i tuoi pensieri
che tradiscono il mio richiamo

Amo
senza follia amo la tua follia
che ti urla che non sarai mai mia.

Amo
Senza dubbio amo ogni tuo dubbio
che bastardo ci separa.

Se poi alla fine non ci sarà un inizio
almeno Io ti avrò Amato
Alfio A. Licciardello

Scorrere

Mi sono trovato nel Deserto
assorto nel nulla disperso
Dune di sabbia
attorno vento.
Conto uno ad uno grani.
Da seduto
mi alzo
giro il mio volto verso il cielo
osservo
l'azzurro cobalto senza nubi
scorrere sul mio capo in silenzio.
Stelle senza finte luci
coronano la notte diamante.
Meraviglia .
Nel silenzio fingo indifferenza
anniento un io che vuole perdersi
in questo immenso disperdersi
ma non ha tempo per essere
se non quello che è.
Sconfitta l'anima da parole piccole
la scelta è coraggio
ma ogni scelta è una morte
ed io non so essere assassino.
Parole parole
frasi su frasi
le mie poesie si intonano alla sabbia
ogni deserto ne è pieno.
Le oasi non sempre sono miraggi
Cercando come grani scorro...

Luna-Tra Sogno e Poesia

Scrivo alla luna il mio canto
ma lì in alto non riesce a sentirmi
getta sul mondo la sua luce
ma pure così non riesce ad ascoltarmi;
chiama a raccolta le stelle brulicanti
ma tintinnano gioiose
coprendo il suono della mia voce.
Urlo alle nuvole in cielo,
sperando mi possano tradire,
le strofe che alla Luna voglio dare,
afferrano ogni mia parola
la mutano, la stravolgono
ed al vento la lasciano sfumare.
Si posa un uccello sul mio volto
osserva le mie lacrime curioso
mi legge dentro il cuore e generoso
si offre di portare il mio messaggio.
Vola tra le nuvole scontrose
in mezzo al vento che invidioso soffia
tra le stelle che lo urtan dispettose.
Giunge infine sulla Mia luna in amore
e con l'ultimo fiato sussurra le mie parole .
La Luna dolce lo culla nel suo grembo
gli dona Vita e piume d'argento,
poi dolce arriva a me vicino
nel pozzo
per donarsi .
Sapendo nel mio cuore cosa fare
tirai l'acqua dal pozzo e dentro il secchio
la luna stava in tutto il suo splendore.
Lo sguardo alzai nel cielo
e benedetto
s…

Buona notte

Ogni giorno fugge
tra i giardini delle speranze,
coi fiori ancora in boccio;
nel mare delle possibilità,
di cui non vedo orizzonte;
nella nebbia delle frustrazioni
in cui non si vede a un passo.

Il mondo si strugge
Nel sorriso di un bimbo
che sogna
nel pianto di una donna
senza occhi
nel bacio rubato alla notte
da un folle innamorato.

Si dipana il domani
sulle mani che non cessano di pregare
su chi arriva senza fiato alla fine dei giorni
sulle partenze
sui ritorni
sui fiori che sbocciano al mattino
su una madre e il suo bambino.
Notte d'Amore
Alfio A. Licciardello

Idee nel fondo

Spingo idee nel mondo
che viaggiano su percorsi accidentati.
Ogni Idea è materia di sogni
che ho trovato all'interno di cassetti
ogni cassetto diverso
nascosto in un cuore in attesa
il lucchetto a difesa.
Io ladro ho aperto ogni serratura.
Ognuno divenuto un poco mio.
Viaggiando a caso
ho trovato Io
un mondo di colori
luci lontane, stelle, scintille
suoni , armonie.
Mi sono immerso in me
per osservare meglio.
Disperso nella nebbia affondo.
Nulla chiaro
risalgo dal fondo ... respiro
Alfio Armando Licciardello

La lotta

Il mondo si schiude
cosi come dovrebbe
scelta su scelta.
Comunque lotti o ti affanni
il mondo è più grande di te.
Si apre su storie che si evolvono
in strade già segnate...
piedi percorrono orme già solcate.
Frutta la follia denaro
la diversità è la norma
per un popolo di pecore brucanti.
Lottiamo giorno dopo giorno
ad affermarci unici
finendo omologati e stereotipi
Alfio A. Licciardello

Dal Cassetto

Non sono i pensieri a fare gli uomini.
Un segreto
shhh
gli uomini fanno i pensieri
chili e chili di idee
chilometri di sogni e chimere
Fatti di stoffa di Stelle
ordita dai maestri dei mille universi.
Piano ho piegato i miei
con cura
facendo attenzione
senza stropicciarli
li ho messi nel cassetto
nascosti in fondo
dentro al cuore
La naftalina delle speranze
con il tempo muore
e per sempre è troppa strada.
Da giorni li cerco per tirarli fuori
occorre Acciaio, Fuoco
solo allora
temprati
saranno Forti da vivere
Licciardello Alfio Armando

Il canto del mare

Ascolto il canto del mare
la risacca risuona
su strumenti antichi
scorro.
Bianca la spuma
scontate le parole
vorrei trovare frasi nuove
periodi senza tempo
che ognuno possa fare suoi.
Ma sono solo Me
Goccia
parte di questa schiuma che si frange.
Felice che qualcuno ascolti
questo canto di cui sono nota.
Alfio A. Licciardello

Animale

Fai stridere il tuo cuoio sul mio
scintille di fuoco
Odore di bruciato
Che stordisce la mente
e la conduce al tuo inferno
passando sul Nirvana del tuo corpo
Il sapore della tua pelle
Che sa di whiskey e tabacco
ubriaca il mio istinto
divengo animale
che selvaggio si nutre di Te
A.A.L.

L'amore é un gioco.

La giostra impazzita
di due ...
soli.
Incontro di follie
di anime in balia.
Odio che si trasforma e muta,
d'un tratto cambia
come onda che dalla spiaggia torna.
Denti digrignati.
Rabbia
che si fa' passione.
Carezze,baci
robe smielate
audaci
L'amore é Potere in divenire
... l'un l'altro forte...
...l'un l'altro succube...
Estasi
Morire prima dei tuoi giorni
negli spasmi soffrire.
La ragione per vivere
per Urlare a dio la voglia di restare.

Sorridere.
Piangere.
L'amore é colore
nebbie
afa che blocca il respiro
pioggia che fresca sfiora la pelle

I temporali, gli strali
la luna, le stelle
L'Amore
che strappa il cuore
l'Amore
Panacea dell'anima
L'Amore ...
da Vivere

Pensiero di Alfio A,Licciardello

Fumo

Fumo
niente altro che fumo
fra le mie mani
un pugno di mosche
che domani potrò giocare a sorte
sul tavolo del baro
dove la morte ha già vinto.

Nulla
niente altro che cammino
testa bassa ed occhi spenti
ad ascoltare il canto di sterili sirene
ed il domani è un loop
di rimorsi rimpianti.

La pallina è già partita
ed il croupier ha sentenziato
"Rien ne va plus"
ogni cosa è fatta
scelta per pigrizia
per la paura dei sensi di colpa.
Il mondo ha deciso la tua scelta.

Rabbia
rabbia che è lotta e speranza
ma ogni danza ha bisogno di musica
di suonatori e incanti
mercurio scorre
acqua che non bagna
tra le mie mani .

Sogno i giorni che verranno
ma i sogni non hanno materia
solo nebbia che la realtà sfuma
domani combatterò con pensieri forma perché divengano

Il mio Amore imperfetto

Ti offro il mio amore imperfetto

fatto delle mie assenze
anche quando il tuo viso è scolpito a fuoco

dei miei errori
perché sbagliando ogni giorno imparo

dei miei giorni no
in cui per un attimo sparisci

dei dissapori
il vento,sai, nasce dai contrasti.

Costruito con i miei sguardi altrove
ad osservare quanto nulla è... Tu

con le mie lune
che viaggiano mondi senza strade

con i rancori che qualche volta sfiorano la pelle
graffiando l'anima .

Con l'egoismo senza Noi
perché ognuno è anche Io

con i miei guai
che dolcemente affronti per me.

Il mio Amore imperfetto
il mio Amore di Uomo
by Alfio A. Licciardello

Rondini

Rondini in cielo
costrette a volare,
rondano
senza fermarsi un attimo,
sbattendo ali frementi,
acqua sfiorano,
giusto il tempo per bere poche gocce;
senza arrestarsi volano
su pensieri
che, persi,
fluttuano senza trovare perché.
Rondini...
cabrano,
nell'aria, rapide, planano
sfiorando appena il terreno,
lanciando al cielo sfide
che il cielo magnanimo non coglie.
I miei pensieri
in questo modo fremono,
senza fermarsi fluttuano;
io non sono in grado di smettere
nemmeno per un attimo.
Frasi su frasi
impenitenti,
impetuose o timide
che si abbassano sulla terra in preghiera
per trovare una ragione al loro sbattere.
Urlo al cielo
l'inerzia del tempo che mi scorre attraverso
ma il cielo ha milioni di voci.
Allora volo
senza fermarmi un attimo,
sbattendo le mie parole frementi
plano sull'acqua ,
giusto il tempo per bere poche gocce;
nel vento rapido cabro,
sfiorando appena l'Anima.
by Alfio Armando Licciardello

Autismo

Lui è stato lì
l'ho visto
lui era qui
insisto...
Vaccino non vaccino
mercurio alluminio
glutine anossia
virus ,premorte
paura
genetica
la scure di un dio senza memoria
il karma
la puttana sorte
Chi cazzo gli ha donato questa morte ?
Respira
si muove
cammina
nell'odissea di un giorno che non ha memoria.
Lo guardo
lo osservo lo Amo
ma è un muro
un fottuto specchio
Un seme all'interno di un frutto
La luna dentro il secchio
che quando la vedi appena affacciare
la copri col coperchio del tuo cuore
ma se ti sporgi ad osservare
non c'è nessuna luce da guardare.
Muori ogni volta che osservi gli occhi spenti
muori giorno dopo giorno
ucciso dai lamenti
dai suoi tormenti senza sbocco
dal suo corpo che tocco
e so che CAZZO lui è la dentro
ma io non ho le chiavi
by Alfio Armando Licciardello

Il mio punto di vista (autismo)

Io entro dentro
per paura del mondo.
Io entro dentro
la voce mi chiama
si impone
La mia mente La segue
è Lei che ha ragione.
Dormo
per il mondo .
Nessuno mi toccho
NESSuno Mi tocchi
NESSUNO MI TOCCHIIIIIII.
Sono io sono
dentro
nessuno spiraglio
fessure
solo fessure
luci che nella notte infastidiscono
io qui sono sicuro
Tranquillo
Tu accanto separato da un muro di piombo
Ti vedo
ti guardo
dietro uno specchio che non riesco ad attraversare.
Nel mare
al di dentro
tu sulla superficie
respiro acqua salata
io sono in fondo
nessuno attorno
Acqua Marina tonnellate di acqua
e Tu li sopra
ogni tanto emergo
e GRIDOOO
non è il mio mondo
io te l'ho detto
io sono in fondo.
by Alfio A. Licciardello

OSSESSIONE

L'ossessione devia i comportamenti e le idee
Ti fa' essere insicuro ed impacciato
rincorri dee,
perdi il fiato
non esisti più Tu
tu sei la pietra che rallenta
l'idea molesta
la mosca che ronza.
Esiste l'ossessione
l'unica verità plausibile
lo scopo a cui ti aggrappi
l'unica illusione reale.
Ogni cosa è giusta
per raggiungere lo scopo
senza altra idea che il suo scopo
il suo divenire
il fumo che si fa' materia
putrida e vischiosa
che a sé ti attira
che in sé ti assorbe.
Vorticosa spira
come melma ti inghiotte
e la tua mente più non respira.

Tuo

Brucio nel buio
il gracchiare mi accavalla il cervello
il tuo amore è un tranello.
Lo strusciarti stucchevole
il darti
senza nessuna inibizione
senza alcuna emozione.
Tu sei velluto
sensuale da sballare la mente
avvolgente da spezzare il fiato.
Lo so quel che faccio è sbagliato
non c'è alcuna speranza
l'incubo
la distanza tra ciò che sono e quello che Tu vuoi
Ti annoi
se io ti allontano
mi odi
quando mi avvicino.
È inutile pensare
devi andare
viaggiare
sloggiare
lasciare in pace ogni mio respiro.
Sei colei che non ha fiato
la gioia che ho smarrito
il pianto che ho trovato
nascosto tra le coperte sparse.
Lo senti il tuo rullare nella mente
involvere il pensiero tirarlo a sé
voglio fuggire,
riacquistare Me
all'incrocio di questa luna nascente
appena prima che l'alba
mostrandomi il tuo volto
mi faccia tornare Tuo schiavo

Verrò a cercarti

Dove giungi stanotte?
Ti cercherò nei diecimila mondi,
scenderò i mille scalini
per giungere,
pellegrino,
nei tuoi sogni.
Esplorerò ogni sentiero
mi calerò negli anfratti più bui
alla ricerca della Tua luce.
Mi riconoscerai solo dal mio cuore
dai miei occhi
che limpidi imploreranno in silenzio,
ti lascerò l'oro della mia anima che t'ama
che ,sola, ti brama.
Ti offrirò il verbo
l'emozione delle mie frasi
le mie parole imploranti
i miei mondi
per goderne o schiacciarli.
Domani
quando tornerai sulla Terra
verrò a cercarti
certo che ti ricorderai di Me

Il predicatore

Ubriaco i tuoi giorni
col vino dell' ignoranza
ebbro esco al di fuori di me
per sputare sentenza.
Condivido la mia follia
insegnando le mie intuizioni etiliche
tu apprendi senza comprendere
ed abbassi la testa semplice.

Ti dono un dio fatto di speranze vacue
ti insegno quello che tu mi chiedi di imparare
a tua immagine e somiglianza
ogni cosa specchio della tua persona
è il dio che è tu che avanza
quel simbolo ,
amico mio ,
ti dona
la mia adulazione ti incorona.

Sei sicuro di ciò che ho rivelato
del resto ti ho insegnato ciò che già sapevi
l'ho infarcito con quello che volevi.
Subdolo e bastardo
ti ho inserito il tarlo
il seme nel pensiero
ti ho donato l'inferno
quello che tu cercavi
si amico
proprio quello.

Sapevi di sapere
ed io ti ho lì condotto
ho vicariato le tue sciocche intuizioni
condiviso il tuo ego
per donarti il mio plagio
il demonio, il contagio;
quello che ti estirperà dal cuore
ciò che è vero
ti ho sputato il mio Nero.
ti ho portato nel mio merdoso sentiero.

Adesso non ne potrai uscire
perché Tu…

Io Ti Sono

Respiro Te Amore
Tu sei vita
per me,
Vita
senza alcun dubbio
senza distrazione
senza riflessioni o paure
Vita
semplice e pura
l'emozione che guida la mia giornata
Tu sei Nata
in ogni istante dentro il mio pensiero
Emozione Innata, Archetipa Ancestrale
sempre nuova
sempre differente
all'interno del mio adesso
Presente
immanente scopo
unico desiderio
a cui ambisco.
Io non sono altro che per Te
che hai deciso di Amare me
che hai scelto di donarti
di essere il mio adesso
i miei sogni
il mio respiro
Ti Amo Amore che Ti sei Donata
senza ragione
senza nessuna preclusione
senza altro motivo che il Tuo Amore
Per questo IO TI SONO...

By Alfio Licciardello

Mi struggo

Resto ad ascoltare i suoni
la Tua notte mi spinge all'interno del suo buio.
Ho fatto i conti con i miei demoni
e ne sono uscito sconfitto.
Il tuo volto
il tuo sorriso
mi hanno rubato il senso , il mio paradiso.
Sei arrivata fino alle mie spiagge
e senza dire nulla ti sei stesa
sulla mia sabbia,
indifesa.
Parevi inerme
senza alcuna difesa
offesa
chiusa nei tuoi silenzi .
Sola ti guardavi attorno
spiando ogni mia debolezza
la mia forza
la chiave che hai usato .
Dentro il tuo Corpo risucchiato
senza speranza
senza più fiato.
Sei diventata i miei respiri
il giorno che diveniva
la notte che con la sua calma arrivava
spia delle mie angosce.

Dormi Amore mio
io mi struggo ammaliato da Te.
Alfio A. Licciardello

L'esploratore

Vorrei viaggiare il tuo corpo
esplorarne ogni anfratto
riposare sulle fresche vallate
guadarne i fiumi .

Riconoscere ogni più piccolo sentiero
scalare le tue colline
ed in cima
cogliere i frutti con destrezza.

Camminerò le miglia che dividono il tuo sorriso dal pianto
inseguirò le luci dei tuoi occhi fino al sorgere del sole
mi cullerò tra le tue curve
che sapienti accoglieranno i miei desideri.

Troverò i tuoi tesori
dovessi restare secoli a cercare
li donerò a te nell'altare della Nostra passione.

Mi nutrirò dell'ambrosia che il tuo corpo
sapiente peccatore
donerà alla mia brama.

Sarò moderno ed antico
intonerò odi e canti
melodie che placheranno la Tua voglia
fatte di carne e sangue che pulsa.

Quando la luna scenderà sui tuoi occhi
veglierò i Tuoi sogni
scacciando come lupo crudele gli incubi vigliacchi.

Nel silenzio studierò
passo per passo il mio destino
che sul tuo volto riposa...

Alfio Licciardello Armando

Il viaggio

Leghe ho coperto
miglia di deserto.
Strade ho percorso
ho perso me nel bosco.
Dentro caverne di smeriglio
alla ricerca di tracce di coniglio.
Sordo alla voce del richiamo
sperduto nel fitto della scura foresta
a gran voce chiamo.
pulsa confusa la mia testa
Sul tronco più alto mi appendo
nell'oscurità discendo
cammino nel sentiero senza lumi
urto i sassi cadendo nei miei fumi
Mi sveglio nella mia notte
madido dal sudore
vedo allo specchio il mio pallore.
Attorno a me il buio attende

Vivi

Libera la mente dai limiti del tempo
Conduci il tuo Io al di fuori dello spazio.
Attorno Te esistenze di Luce
nel Tuo sentire compenetrate.
Chiariscono i Pensieri,
Ti uniscono al sentire Universale.

La realtà è danaro e piacere,
in questo mondo concusso da Edonismo,
basta alzare il velo dell'omologazione
per vedere migliaia di scarabocchi
Vite che hanno smarrito il senso

anime che hanno perduto gli occhi.
Storie inventate per Vendere dolciumi di sale,
gente felice se acquista sturabagni.
Morti e assassinii che sembrano fasulli
Corazze di sorrisi empi
piloti che guidano masse
distese di buone intenzioni concimate ad Antimonio.
Stacca la spina che ti lega e
V I V I.

Domani

Ogni Futuro è domani.
ed il pensiero viaggia
si spande su ragnatele fragili
che riflettono la luce della luna.

Ogni sogno è domani
oggi la nebbia guida la mia mente
e le emozioni sono nuvole.

Ogni illusione è domani
distesa sulla sabbia ad osservare
mentre il sole abbaglia il mio vedere.

Tu dispersa dentro il mio futuro
nel sogno che, indistinto, si fa odiare
nell'illusione di averti al di là di ogni luce.

Domani è troppo lontano
By Alfio Armando Licciardello