martedì 18 marzo 2014

In Te

Conducimi in catene fino al limite dei tuoi desideri,
alla ricerca del nucleo del tuo piacere non saziato
giunto lì liberami
soddisferò le tue voglie senza freno.
Sarò buono e crudele
delicato ed animale.
Dovrai fidarti di me
e sperare
che avrò pietà del tuo fremere.
Tu per me non hai avuto pena
mi hai condotto al limite della mia follia
stretto nelle tue catene
tra gli anelli che uno dopo l'altro hai intessuto.
Ho attraversato i miei inferni
per giungere al tuo paradiso.
Adesso mi hai liberato
e ti dai a me inerme
indifesa e innocente
fino a quando fidandomi di Te
mi inebrierai del tuo veleno.
Adesso non ho tempo di pensare
il tuo odore ha ucciso la mia mente razionale.
Nessuna pietà la mia
Il tuo fremere è la mia aria
il mio istinto primordiale
in Te Vivo
Alfio Armando Licciardello

Nessun commento:

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...