domenica 19 febbraio 2017

PoeIsaE????









Adoro il pensiero che si dipana

libero

senza essere costretto
sulle ali del falco
senza un corsetto di stereotipi
che lo stringano al petto
nato come viene viene
senza catene
senza essere cesellato
martellato.
Forma perfetta dal mio informe inconscio
non lo concepisco.
Ogni cosa nasce libera e testarda
vada come vada
è inquieta
non è mai perfetta
è prediletta
amata fino alla nausea
la causa ultima di ogni respiro.
Ispirato
espiro l'anima di ogni cosa
la sensazione
il sentimento
la sposa che ama
il tradimento
il folle che brama
il pensiero
la mia emozione
il demone che corrode l'anima
l'angelo che la eleva
la serva e la regina.
Ladro
senza scrupolo alcuno
a digiuno di parole
afferro al volo i sentimenti
resilienti
perdute dalla bocche sdrucite
dalle anime perdute
smarrite sul fiume della vita
dalla corrente trasportate
stregate dalla maga cattiva
e dalle fate liberate.
Amate disprezzate
volgari o nobili
panegirici ed ossimori.
Nessuna so come arriva
ma nel cuore è una scintilla che si infiamma
che ride
che si fa dramma
Mamma li turchi
i varchi sono aperti
la connessione tra i mondi
i fecondi gli immondi
i veri
gli impostori
i detentori della verità assolute
...Io e tutto il resto
come viene viene
Licciardello Alfio

Yule

Nereide.
Tails of mice
dragon ears
snakelike tongue
water of dark lake

Alter stone into gold the old wizard
overcoming the thin line of sin.

Young witches dressed by sky
dance a Sabbath welcoming the moon face
barefoot on the grass while the rhythm flash
skim the wind whispering luck
while their eyes are opened to the unknown.
Flowers in the grass sing the melody of the world
while creation everything moves round and round.

Today is magic in the whole universe
all bows down to an eternal event
Today came the winter solstice.

The enchanted world begins to rest
each faery gets ready to love.

In the world of the fairies, gnomes of earth,
prepare in silence spring food.
Cradling the seeds as helpless children
expect that tomorrow approaching.

The moon is high in the sky
and the rhythm of the Sabbath becomes unbridled.

Revolve in vortices witches at Yule
while the masters draw fate.

Slowly at the night the day prostrates
and in the real world begins again the carousel.

Now in prayer the young handmaids
pray to the God who has come to warm them
grateful to Goddess who protected the stars.
Licciardello Alfio

Libero voglio essere

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Non mi piacciono le costrizioni, voglio essere libero di essere, decidere, sbagliare.
Affrontare ogni mio demone, perdere e ricominciare a giocare a sfidare la mia mente che è uno dei tanti me.
Non voglio sottostare alle convenzioni , alle regole ma la legge mi segue , mi condanna ad abbassare a testa, a leccare il culo al potente di turno.
Non voglio essere omologato al pensiero razionale ma ogni anello della mia catena è legato alla terra, al suolo, a quella cavolo di caverna che si trova al di sotto della mia libertà e da cui ancora non sono riuscito a scappare.
Ho scelto, ho scelto di non scegliere, di ancorarmi alla realtà, di prendere quella cazzo di pillola rossa o blu o non mi ricordo, quella pillola che mi atterra , che mi fa stare dentro questa realtà che conosco... ma affanculo, almeno quando posso scegliere , scelgo di non adeguarmi agli altri, in questa specie di libertà effimera dove io penso di decidere di essere al di là della massa, degli omologati, di quelli che calano la testa fregiandosi di essere "parte del gruppo" , membri, essi stessi promotori di un insieme , di un'eggregora che si nutre di se stessa ed io ne voglio essere al di fuori , libero da queste catene che servono a vedere quanti ti seguono, quanti ti sono "amici" quanti si omologano al tuo credo, quanto siamo autorevoli e carismatici, quanto... quanto... quanto.
Viviamo in un mondo sociale fatto da convenzioni e dove ognuno vuole comunicare, essere al centro , dentro il sistema, parte "integrante del sistema" d questa illusione che chiamiamo "stato sociale" uno stato che prima o poi deflagrerà grazie a tutte le convenzioni, costrizioni, conduzioni che ci portiamo dietro. Prima o poi il popolo, la gente, noi... ci renderemo conto di essere pedine di un gioco anzi di un "giogo" dove siamo i controllati ed i controllori al servizio di una casta che è al di sopra ed al di là di ognuno di noi.
tratto da
" Phantasophiasi"

L'Attesa

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Non si sa cosa Lei aspetti, è lì da ore con il suo vestito attillato e il sorriso sgualcito che mostra fiduciosa ad ognuno che incroci il suo sguardo; il suo volto ha un non so che di innocente e sembra dire "non fatemi del male"
E' lì imperterrita con i suo capelli biondo sporco le sue forme minuta sotto il vestito attillato e lo sguardo smarrito in chi sa quali prati fioriti , come se fosse una donna di Monet perduta in un tempo passato , con l'ombrellino sulla testa a coprirsi dal sole troppo forte.
Ad un certo punto arriva, su un'auto troppo sporca e troppo vecchia un uomo, avrà avuto una sessantina di anni, la barba incolta e l'aria di uno che, nella vita, ha perduto ogni cosa, Lei gli sorride e si avvicina, le offre il suo prezzo e l'uomo apre la porta alla sua destra, la lascia entrare con un gesto quasi elegante come se quella ragazza fosse quella cosa che aveva smarrito, anche se solo per pochi attimi, avrà l'illusione che tutto quello che il mondo gli aveva negato si trovi lì, come se sporcando la sua anima e il suo cuore potesse ripulirsi ... come se.
Sulla strada, nel punto in cui Lei attendeva , è rimasta un'ombra appena accennata, una figura magra e delicata, l'ombrellino sulla testa a coprire il volto dal sole, l'anima di quella ragazzina perduta che somiglia, dolcemente, ad una donna di Monet
Licciardello Alfio

...O altrove

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Attendo silenzio
muti cenni del tuo volto
distorto il tempo che segna il mio incedere sul mondo
Io giro in tondo
nel rimbombo di pensieri che segnano il mio cammino
il destino è attaccato alle caviglie
come un cane rabbioso morde se non è contento.
Ogni evento
ogni singolo passo
è il memento del futuro
della strada disegnata.
Il quadro è dipinto
ed ogni pennellata lo rivela
la scelta è nella strada
nel percorso alla meta
...sia in questa vita o altrove
Alfio Armando Licciardello

Gloria ai guerrieri

L'immagine può contenere: una o più persone
Oggi onoro i guerrieri
coloro che oggi vivono 
che ancora credono
che sperano fino a morirne
fino a sputarne sangue e anima.

Oggi onoro i guerrieri
coloro che nascosti corrono
che lottano contro i mulini a vento
ed il vento soffia
fino a stracciare la pelle
fino a rompere le palle.

Oggi onoro i guerrieri
quelli che lottano contro il proprio dolore
e perdono e si rialzano indomiti
fino a quando il dolore non oscura il loro cuore
e anche allora c'è luce
quelli che ogni mattina si alzano
e vedono lo stesso cielo
lo stesso fottuto giorno
che si apre tremendo.

Oggi onoro i guerrieri
perché io ho conosciuto i guerrieri
ed ogni giorno li osservo combattere
e perdere
e qualche volta vincere
e sorridere in culo alla vita
indomita la forza
la lotta , la fatica
che la schiena si spezza
e lo spirito si scheggia
ed in silenzio
con rispetto
... li onoro

Il viaggio

L'immagine può contenere: cielo, nuvola e spazio all'aperto
Mi preparo al viaggio
al sogno che occupa il mio tempo
all'attimo che dura eterno
all'incontro che segnerà il mio ventre
Transienti 
fuochi dentro bozzoli carbonio
rimaniamo sospesi
a rincorrere lucciole scintilla
allo scopo di trovare il tesoro
... nell'attesa del viaggio

Storia in black

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Libero il cuore da quello che il pensiero crede che sia giusto che sia onesto ed ogni cosa dovrebbe tornare al posto giusto al suo posto, quello che con difficoltà la mia mente aveva creato; proprio lì all'incrocio tra la ragione e la giusta strada. Eppure si è incrinato qualcosa, in questo andare avanti e indietro, qualcosa si è rotto, si deve essere rotto. Nulla è più come prima e quello che era un tornare indietro è diventato un andare avanti, senza controllo, avanti fino a perdere ogni razionalità , fino a sfuggire al controllo che mi ero imposto, che avevo imposto ala mia vita; velocemente, senza un attimo di controllo, come se il fiato, il fiato che mi aveva accompagnato per tutta la mia vita , fosse andato via...
Non riesco più a sentirmi respirare, mi sforzo, cerco di alzare e abbassare il mio addome, il mio petto ma nulla, non si muove più nulla è come se ogni cosa si fosse... fermata... E' andata veloce all'inverosimile, senza che la potessi controllare senza un limite e ora, adesso che io vorrei che riprendesse che si muovesse ... nulla più si muove e il mio corpo è fermo, non riesco a pensare, muovermi , agire ...Cavolo MUOVITI MUOVITI NON PUo' ESSERE, NON PUo' ESSERE COSì NO . L'ho fatto tante volte, tante da avere perso il conto, lei è bellissima, mi è costata cara ma ne vale la pena, lei mi ha detto che sapeva come fare, che era una specialista che era brava... Abbiamo iniziato a toccarci, a sentirci lei su di me io in lei e dopo i lacci, attorno alle mani, attorno ai piedi così che io non mi muovessi, così che lei potessa farmi qualunque cosa , tutto ciò che voleva e lei era brava , molto brava e dopo la busta quella maledetta busta sulla mia testa e il respiro sempre più forte, più forte, più forte e sempre meno ossigeno e sempre più forte e l'anidride carbonica e io che respiravo il piacere dentro, sempre più dentro e...

Passare


Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Passare
oltre passare
non chiamarlo morire
è solo spingere una porta e entrare
al di là dello spazio e del tempo
al di là di ogni paura
della fame
di ogni schiaffo che ferisce il cuore
di ogni si negato.
Passare
appena poco più in là della sera
di quel buio che opprime
un salto
tanto per guardare cosa c'è dietro
chi non salta è smarrito
Licciardello Alfio

Contro gi stupri e le violenzel

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio al chiuso

Si increspa il mondo degli uomini
stordito dalle urla di quelli che sono innocenti
Il mondo si è addormentato sul ciglio di un burrone
sul margine di un vulcano
Si è intriso di peccato
il mondo
ahimè è sbagliato
screziato
crepato
qua e la sfregiato da chi si chiama umano
da chi ha osservato ne silenzio mutilato
il sorriso pulito di un volto sfigurato
da chi ha donato
la paura
dalla cura che un dio sbagliato non è riuscito a donare salvezza.

Dire fare baciare
chi non vuole giocare disprezza la partita
ma si mette a giocare perche ha corpo di pezza
ed il demonio non si trova all'inferno
chi non ha lacrime piange sangue
e chi è esangue finisce di soffrire.
Il dolore inerme che strappa
il verme che andrebbe schiacciato
non basta che sia condannato dalla giustizia degli uomini
perche gli uomini non conoscono la giustizia
ed il tempo a volte dimentica.
L'infanticidio è un obbrobrio
è l'omicidio dell'umanità intera
ed un pedofilo è un errore nella trama dell'universo
un cancro perverso
qualunque sia la sua fede
qualunque sia ciò in cui crede.
E' solamente uno sbaglio
il conguaglio di un mondo di rabbia
un foruncolo purulento
uno spirito senza luce
un cuore spento che è morto
che deve squarciare il vento
e disperderlo ai quattro angoli del mondo
così che nessuno possa mai trovarlo.
...
Alfio Armando Licciardello

giovedì 16 febbraio 2017

I giusti

L'immagine può contenere: 1 persona
Parole che pulsano veloci
lacerate
tra specchi senza nome
uomini che pensano di essere nel giusto
nessun gusto a giudicare
a sputare sentenze occorre saliva
scendere nelle proprie miserie
cercando se stessi negli occhi distanti
mentre ciò che si vede è altro
distratto
il suono del solstizio
della luna che scende
si attende che chi ci è di fronte sia un singolo uno
ed all'improvviso è tutto
il frutto di chi è di fronte
è il bisogno di guardarci dentro
di esplorare la nostra Paura
la barriera più dura che ci si staglia davanti
sempre un passo oltre.

TrivelleNo

L'immagine può contenere: crepuscolo, spazio all'aperto, sMS e acqua
Penetra nel corpo rigido
lentamente ruotando
girando
nel calore che brucia
urla
esce sangue
fiato dai polmoni che esala
il corpo diventa fragile
e la linfa si mischia all'olio di pietra
muore il mondo
muore la terra
e quello che era cuscino si fa
ruota che gira
e sudore
e morte
l'uccisore che uccide
e tutto continua fino alla sua fine
ineluttabile
inevitabile
e il mondo
...finisce nell'oscurità del suo acre fumo

Il Tetto cielo

L'immagine può contenere: fotocamera, gelato, golf e cibo

Esostosi della parola
che come spuntone d'osso
spinge
corrode
cruda come solo una frase sputata
come un silenzio di contrabbando
come un urlo inerme.
Ordiamo corrosivi pensieri
sussuranti sproloqui
e il fumo
acido corrode
nessuna fiducia
nessuna sparuta speranza
nella stanza chiusa
il mare non entra.
Nuvole penetrano
ed il tetto si fa cielo
Licciardello Alfio

Anturie odorose

L'immagine può contenere: spazio al chiuso
Anturie odorose
tempestose pervadono
profumo di sesso
di cose pelose.
Ad una ad una cadono
barriere
e ogni cosa accade
adesso.
Urla si odono
tocchi fatti con mestiere
da cacciatori che diventano prede.
Rumori di sesso.
Immesso sulla strada
a sfiorare petali di tulipano rossi
movenze
si fanno danze
Il vento sbatte sulla rada
ed il vibrare diventa stordire
Toccate di sesso
Il nesso è nel tuo corpo che brucia
e mi infiamma
Tu che sei donna
e io che sono uomo.
Licciardello Alfio
quadro Vito d'Ancona - Nudo (odalisca)

Sacra

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
La Vita è sacra
il Celato si indaga sull'opportunità della vita
in salita
spudoratamente bestemmia
l'uomo 
indenne alle preghiere
alle sirene avvezzo
disprezzo ogni corto
ognuno morto
e la morte si trasmette
sangue su sangue
carne sopra carne
esala l'ultimo respiro
urlando il suo muggito
il nitrito
uggiolando
rantolando
tra le sue feci
nel pianto.
Ogni Bestia
è Vita Viva perfetta.
Non è vero che chi è al verde non è ricco.
Disdetta che l'opinione è scorretta
diretta nel verso
nel luogo
nell'opportuno modo
fatto di tintinnii
di poltrone di pelle
Le stelle
sono un utopia
un frammento di sogno
ed il mondo sta girando su se stesso
diverso
Il Celato è superiore al disprezzo
al vezzo di essere alla moda
ma frattanto
è omicidio
cadavere occultato
bestia che controlla la Bestia
ma la Vita è Sacra
Licciardello Alfio

Che è UNO


Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Riprendere e ritornare a vivere
all'interno del mistero di essere
Il Sole bagna di Luce
Il giorno che arriva
Il silenzio che con Amore Respira
piano
chiamato Anima per Anima
dal Bianco Vestito
il fumo sulla pelle coperta di lenzuola
che del calore si spande
si espande il fuoco che non brucia
Il corpo diviene Energia che si fa Materia.
La Porta divelta
Nessuno che è abbandonato non può essere trovato.
Il passo riprende
si distende
ed apre il destino alla Vita
Infinita
Gesù Tornato
Corpo mistico
Agnus Dei
Rinato nella Gioia senza dolore
nello Splendore che non conosce un'ombra.
Si Apra il mondo alla Rinascita al Risveglio
Si Apra il Nostro mondo alla Certezza dello Spirito Divino
Mi inchino al Dio che è Tuo
al Dio che è mio
al Dio che è UNO
Buona Pasqua di Resurrezione
Licciardello Alfio Armando

Sotto Attacco

L'immagine può contenere: spazio all'aperto
Attacco
siamo sotto attacco
perbacco poffarbacco 
siamo in lotta
in guerra
cade la sera tutti giù per terra
dentro la buca
a rotolarci nel fango
piango lacrime amare e mi afferro al bordo
con i denti
con le unghia
Perdenti
perché in nessuna guerra ci sono vincitori
solamente morti uccisi.
Bambini
madri coperte di sangue
e la giustizia langue
come una puttana sotto un vecchio lampione
si vende a chi ha abbastanza danaro.
ma siamo noi a pagarla a caro prezzo.
Nessun disprezzo che tanto
ciò che è giusto è giusto
e la mente è un inganno.
Lavora il dio creato dagli uomini
a propria immagine e somiglianza
all'interno della stanza del potere.
Voglio proprio vedere
alla fine chi resterà vivo.
La rabbia ed il dolore devono essere onorati
nessuna cosa sparisce e tutto si trasforma.
si riforma
e ciò che è bianco resta bianco
quello che è nero si fa pece
per il mondo intero .
Alfio Armando Licciardello
foto di Marcin Owczarek

Prolegomepoesia

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Mi Assonno
Arzigogolando preterinzionalmente
su clivi desueti
su ampollosi costrutti
mi sfraccico sulle parole astruse
prostrandomi alle regole dei suoni.
Cristico mi prostro all'essenza dell'esoterico
Essotericamente cromico
disegno voluttuosi altorilievi di frasi.
La crasi dei dittonghi
delle elisioni che promettono iati
Ansiosi,
stupiti dalla complessità delle locuzioni
che ieri erano la prassi.
Passi che la poesia è solo per pochi
ma i giochi sono consueti
negli scotomi delle luci che lampeggiano
pellegrino mi assonno
Licciardello Alfio
quadro Jacek Yerka


Seme

Il tempo non è ancora il tempo
la lotta 
il vento
ogni cosa deve essere scoperta
con calma
senza fretta.
Rosso di sera
tra un amen dilaniato
ed un perdono azzannato alla gola.
Bel tempo non arriva
ma ogni cosa cammina
procede dove deve andare

C'è chi ha sputato parole
chi ha costruito spine travestite da rose
e le ha poste in mani bambine
all'incrocio tra la terra ed il cielo
dove chi è davanti è posto dietro
la Luce che nel buio diluisce.

Ogni servo diviene schiavo
l'inganno è mascherato da speranza.
La danza è condotta da sirene
che si tuffano nel cielo.
contorcendosi sinuose sotto il velo.
Stanno declinazioni della colpa
del dolore eterno
l'inferno è strumento e chimera
per costruire il gioco dell'assoluto
legato ed incatenato alla terra.

In guerra
corriamo tutti alla guerra
che i semi stanno a far sbocciare frutti
basta lutti
meretrici del danaro
ed in ogni stato è potere-
Il temporale e la sua altra faccia
Taccia la mia lingua
che io sono un seme che attende
un eunuco che ritrova il suo sesso
un guerriero
un disperso alienato consapevole pazzo
...un seme 

L'immagine può contenere: una o più persone

Il concilio di Costantinopoli

Concilio di Costantinopoli
Nella città d'oro
si è brindato al futuro
sopra chiodi di sangue e amore
si è deciso chi vive e chi muore.
Il potere deve esser mantenuto
la massa va controllata.
Ogni libera scelta è mutuata
al potere supremo.
Quello ha detto
ma noi scegliamo
del resto il popolo deve essere guidato.
Il nostro pensiero non deve essere blasfemo
il nostro potere è terreno.
Stiano coi santi i santi
la nostra legge è corretta
il popolo và ammansito
il pensiero con l'inferno va gestito.
Lui che ne sa di come è fatto il mondo
uomini pii devono essere lupi fra gli agnelli
gli agnelli faranno lana
noi ci vestiremo coi loro velli.
Gesù è stato inchiodato sulla croce
noi inchioderemo ognuno alla sua colpa.
Perché nessuno possa dire
che il libero pensiero deve agire
Licciardello Alfio Armando
L'immagine può contenere: una o più persone

Dedicato a John Nash


L'immagine può contenere: spazio all'aperto


Dedicato a John Nash e a tutti quelli che vedono "altro"
Ammetto di essere fuori
nell'infinito universo della follia
tra pazzi che mi indicano la strada
quella via solamente mia.
Alieno nel contesto della ragione
mi muovo tra angeli e stelle
sazio nel cuore
sazio nella pelle
mentre ogni cosa mi inquieta.
Scorre nelle mie vene il fuoco
ed è questo il gioco della mia vita
ogni cosa prende una sua direzione
ed è l'emozione che nutre il mio pensiero.
Lettere , frasi, concetti
magie di parole
armonie solo mie
chi ruba il mio domani
si porta via solamente fumo
tra le sue mani solo acqua che scorre
Io sono il mio suono
le mie poesie biascicate
inventate sul momento.
Io sono la mia Arte
il fiume che scorre sul mare
Io .
Le mie parole sono il mio Specchio
l'immagine riflessa della mia Anima
ma la Mia Anima è ... Io
Licciardello Alfio
Quadro Vladimir Kush

Non conosco...

Non conosco il mondo
nulla di certo
nessuna paura
la notte è un intervallo tra due mattini
ed il giorno è da scoprire.
Invento magie che penetrano muri
cuori spenti, cuori duri
non hanno speranza
si faranno veri
diverranno puri.
Io non conosco il mondo
e la vita è una scoperta
un percorso in un piano
tra discese e salite
in percorsi pieni di luce
per strade smarrite.
Non conosco il mondo
e Dio che è presente
è spirito vivente
che non ha forma definita
nessuna descrizione
solo fede
solo emozione.
io non conosco..


L'immagine può contenere: spazio all'aperto

La gente

L'immagine può contenere: 1 persona

La gente...
La gente crepa
di sete di fame
per la rabbia cieca
per la vecchia bieca.
La gente lotta per il lavoro che uccide
perche tanto a me non può capitare
morire è finzione
e l'onore non costa neanche tanto.
Mi vanto di averti fottuto
ed intanto mi chiami cornuto
ma nel frattempo l'assassino è "vivo "
che l'egoismo è etico
l'ha detto la televisione.
Emozione un tanto al chilo
e le lacrime tintinnano al suolo
perchè ogni cosa nella vanità sublima.
Chi accende l'ultima trasmissione
vede il demone colmarsi di luce
i riflettori fanno bene il dovere.
La plastica soffoca il cuore
ma il cuore è diventato ferro
e la pioggia lo corrode
Alfio Armando Licciardello

Sputo le parole

L'immagine può contenere: spazio all'aperto
Sputo le parole
cosi come vengono
mentre ascolto una canzone
soffocando i miei pensieri nella musica che sento
e solo questo sento.
In tutti i miei viaggi sciolgo il sale
per insaporire i momenti.
Solitario annego la prudenza
ed Ishtar mi è testimone
che non mi piego all'ibis del lago dell'oblio.
Ospito tra le pieghe dei miei occhi
i balocchi persi nella nebbia
la sabbia che scivola tra le mie dita
nasconde i giocattoli
nell'attimo gelato
Storno le parole che mi vogliono perduto
su questi fogli di bit
che un burocrate annoiato potrebbe disperdere
nel battito di un ciglio.
Il vermiglio del tramonto sconfina nella mia notte
sono una talpa alla luce
un pipistrello che nell'assordante coro sbatte tra le onde dei suoni.
Tuoni mi assordano
assomigliano al turbinio dei miei colori.
Licciardello Alfio
 

Odio

Odio il tuo volto
che mi confonde la mente 
bello oltre il limite del mio desiderio.
Odio il tuo sorriso
che si insinua tra le pieghe della mia rabbia
trasformando in gioia il dolore.
Odio il tuo corpo
che nell'oblio del desiderio
rende inermi i miei sensi .
Odio il tuo odore
che soffoca i miei incubi
trasformandoli in speranze.
Ti Odio
perché trasmuti la mia oscurità nella tua luce.
Nessun altro pensiero accompagna i miei risvegli
nessun movimento che non sia il tuo
i miei occhi anelano tra la veglia e il sonno.
Io sono Tuo
e in questo essere perduto
impotente ...Te odio
Licciardello Alfio

L'amore indecente

Ansima il mondo 
soffia sul volto degli Dei
il proprio dolore
Amore
ha solo bisogno d'Amore
quello che salva ogni cosa
che sconvolge la mente
l'Amore indecente
che libera la vita.
...Quello che salverà la Terra
Licciardello Alfio

Al di là

Io scrivo per Amore
al di là del tempo-spazio
pazzo
senza chiedere il perchè
senza capire
solo il fluire dei pensieri
che arrivano dal mondo delle idee
dalle dee dell'arte
dando voce agli sconfitti
ai vincenti
a chiunque abbia la sua nebbia
il suo fumo da donare
ai miei sogni
ai miei vaticini
alla mia meravigliata magia
Licciardello Alfio

Fotografie scolorite

Non ho più certezze
Le sicurezze sono fuggite altrove
nascoste nelle pieghe del passato
oppure in volo sul fumo del futuro.
Il presente non è un dono
checche se ne dica
è una lotta
un gioco in cui o ne esci vincitore oppure ne esci,
Mesci il vino della sconfitta
che sa d'amaro
mischialo al sapore dell'amore
per dargli l'ebbrezza del solstizio d'inverno.
Eterni i corsi ed i ricorsi.
le partenze e l'illusione degli arrivi.
Divino è credere in se stesso
in un mondo che ha cessato di credere.
Sotto le fogli di autunno
i vermi costruiscono la casa
attendono i capricciosi funghi l'umidità della sera.
Nella muta penombra i miei pensieri si fanno insonni
viaggiano senza meta.
Solo fotografie scolorite
che dipingo con le frasi della mia vanità.
Alfio A. Licciardello

Il Becchino

Che gran casino il mondo
giocondo
fremente 
chi se la sente 
chi si offende
chi tace che tanto se ne frega
chi ha la testa dentro il culo
chi si fà una sega.
Il mondo è immanente
indecentemente assente quando domandi aiuto
che non hai ancora capito niente.
Devi sapere cosa cappero vuoi
non ha importanza quello che tu hai
ma cio che hai voglia di essere
quello che vuoi fare.
Dentro nel profondo.
Osare
osare
chiedere all'universo il cammino
ha senso se conosci la fine
Il becchino si sfrega le sue mani ossute
è sempre dietro ad attendere persone cazzute.
Pensi di essere migliore di loro?

Andare e Venire

Il mondo è un andare ed un venire
Tra sogno ed incubo
Ci vediamo immersi nel reale.
Demenziale 
pensare di essere carne e sangue che si muove
Cibo per vermi che consapevole cammina
Sfidando il tempo alla ricerca di un illusione
sempre più distante
Passo dopo passo.
Noi siamo fumo di sogni
Nuvole di un cielo fatto di terra

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...