giovedì 16 febbraio 2017

Prolegomepoesia

Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Mi Assonno
Arzigogolando preterinzionalmente
su clivi desueti
su ampollosi costrutti
mi sfraccico sulle parole astruse
prostrandomi alle regole dei suoni.
Cristico mi prostro all'essenza dell'esoterico
Essotericamente cromico
disegno voluttuosi altorilievi di frasi.
La crasi dei dittonghi
delle elisioni che promettono iati
Ansiosi,
stupiti dalla complessità delle locuzioni
che ieri erano la prassi.
Passi che la poesia è solo per pochi
ma i giochi sono consueti
negli scotomi delle luci che lampeggiano
pellegrino mi assonno
Licciardello Alfio
quadro Jacek Yerka


Nessun commento:

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...