Passa ai contenuti principali

Scrivo

Il mistero aleggia
nella notte scura
sciamani dalle membra staccate
dileggiano il reale
mimano alla dea il mondo
per esserne i servi padroni.
Maghi e fattucchiere
danzano un sabba senza veli
mentre Maya è desnuda.
La magia si è resa desueta
profilo basso
la magia è mansueta
È una parola che ha nascosto il suo incanto
si è resa finta
vecchia
un pianto.
Non esiste nulla
che non sia fango e pietra
nessuna energia eterica
niente di fatato
ogni silenzio è deceduto, morto , ammazzato.
Il mondo è un luogo semplice, malato.
Siamo i padroni
Noi
decidiamo tutto
la nostra vita, la ricchezza , la morte
noi i nuovi dei 
la ragione è la nostra forza.
Noi polvere e lamenti
stridiamo come questi scritti
Noi artisti folli
musicisti poeti narratori
scultori pittori, ballerini , attori
Recitiamo la vita 
con acqua che non bagna
Noi abbiamo un'anima 
ma non serve
Noi siamo tutto e diveniamo niente
Noi i pazzi
noi gli irrazionali.
Le nostre storie un battito di ali.
Noi i mistici
segregati nell'impulso irreale.
Siamo le storie inesistenti
Pazzi...
Come è folle ciò che scrivo
restiamo nel bemolle
nell'attimo sospeso di un respiro.
Io sono qui
io sono all'interno del bivio.
Riconosco me nell'insana follia
nella magia esoterica
dentro la Poesia
nella malia senza senso
nell'impulso di vibere da Bardo.
Io preda e predatore di emozioni
raccolgo il pulsare degli spiriti
senza senso scrivo
imparando il mondo dal mio nulla.
Parole frasi emozioni illusioni.
Io sono mago frustrato dal reale
ma comunque rimango qui a giocare
sognare
insano a sbattere le corna contro il muro
io , si Io tengo duro
Io nel mio fango , comunque resto puro.
Io impuro, puro
demolisco le mie convenzioni
sputo sul piatto in cui nel delirio ho mangiato
non voglio smettere di scrivere; non ora
ma questo tempo prima o poi ha un termine.
Dissonanza , cazzo la musica è finita
tutto è cessato tutto è terminato
ma io scrivo scrivo scri...vo

Commenti

Post popolari in questo blog

Il concilio di Costantinopoli

Concilio di Costantinopoli
Nella città d'oro
si è brindato al futuro
sopra chiodi di sangue e amore
si è deciso chi vive e chi muore.
Il potere deve esser mantenuto
la massa va controllata.
Ogni libera scelta è mutuata
al potere supremo.
Quello ha detto
ma noi scegliamo
del resto il popolo deve essere guidato.
Il nostro pensiero non deve essere blasfemo
il nostro potere è terreno.
Stiano coi santi i santi
la nostra legge è corretta
il popolo và ammansito
il pensiero con l'inferno va gestito.
Lui che ne sa di come è fatto il mondo
uomini pii devono essere lupi fra gli agnelli
gli agnelli faranno lana
noi ci vestiremo coi loro velli.
Gesù è stato inchiodato sulla croce
noi inchioderemo ognuno alla sua colpa.
Perché nessuno possa dire
che il libero pensiero deve agire
Licciardello Alfio Armando
Le Anime risplendono
alte nel fuoco si accendono
si sfioccano al di là dello spazio
smarrite all'incrocio del tempo
nel vento si sfrondano
dilatandosi nell'etere.

Si moltiplicano le Anime
nei mille volti di Dio
uguali a se stesse
diventano sabbia
facendosi vino
diventano ebbrezza .

Sapienti le Anime
conoscono l'Universo esteso
la verità dell'Assoluto
il Pensiero
il senso delle cose.

Amano le Anime
senza compromessi
Sono Dio le Anime
...Uno nell'UNO

Munnu era , munnu è e munnu sarà(mondo era , mondo è, mondo sarà)

Ogni momento trascorre
tra le serpi dell'esistenza.
È il percorso che si sceglie la strada
il sentiero è un cerchio .
" Ai miei tempi i giovani...
Oggi invece"
Munnu era , munnu è e munnu sarà
Niente che non sia stato vissuto
nulla che
in un modo o in un altro
non sia già accaduto.
Ogni vita è una spirale
che un Dio perfetto
ha donato per capire.
Munnu era , munnu è e munnu sarà
ed alla fine ogni cosa troverà il suo posto.