Passa ai contenuti principali

La mia canzone-poesia spirituale

Luce senza fuoco
anima senza corpo
profumo senza fiore
Sorriso senza amore
Fiato senza polmoni
carezze senza emozioni

Ferite senza dolori
Lacrime senza sale
Fatica senza sudore
Buio senza battito di denti
Schiaffi senza mani
Paura senza mostri

Siamo nostri
viaggiamo nei mondi privi di lacci
ci arrendiamo al fumo
nell'immenso non avvertiamo le distanze.
Danze senza controllo
ritmi che perduti si scordano del suono.

Nella notte brucia
ed il fuoco si alza
al di sopra della fiamma.

 Pesa l'anima una libbra
trascina il rimorso del corpo ebbro.
Nel giardino gli odori di fiori colorati
che offuscano il conoscere
Sorrisi di bambini
di cristallo e speranze
avvolgono il cuore.
Nel luogo delle anime
il vento senza senso
ricolma i polmoni
di liquido senza densità
che nutre le mie cellule.
Volano le fate carezzando i pensieri
mentre il corpo rabbrividisce di sogni.

Bruciano le ferite
gelando le emozioni
chiuse nel silenzio che urla.
Nel tempo presente
schioccano le mani a colpire volti arrossati
che la notte ha reso privi d'espressione.
Il sapore del pianto sembra oceano
ed invece è gemma di sale.
Nel campo riverso il mio tempo
mentre il toro tira la faretra.
Suda la fatica gocce pietra.
Danzano nel buio
i cavalieri d'avorio
mentre gli specchi osservano l'orrore

Sono vivo
tutto attorno muore nella fretta
nei giorni che non hanno riposo.

La sabbia si addensa
nella clessidra che sembra senza fondo.
Perdente ed arreso
mi muovo senza talento.

I sogni
solo i sogni tengono la luce accesa
nella tempesta l'oscurità lotta.

Fiori senza colori
ed io tra essi
carponi mi distendo
gli occhi sono chiusi
non riesco a fare filtrare la luce.

S I L E N Z I O !!!!
...
 Ascoltate queste rime a voce alta
ritmate le parole
il suono
il suono è musica
altalenante
senza ritmo definito
eppure ammalia.

Fatela vostra
Rendetela senza chiedere il motivo ad altri
tranne che a voi stessi.

E' la canzone di un perdente.

Commenti

Massimo ha detto…
visione Sublime Mistral !
sei grande... complimenti.
Mistral ha detto…
Mi farebbe piacere che siano un pò più persone a condividerlo. Ma sono onorato che Tu sia tra le poche che l hanno fatto.
Ciao Alfio
Miryam ha detto…
Condivido anch'io questo bellissimo testo Alfio... mi hai emozionata.
Ti saluto....per un pò o per sempre, non so, non sarò più sui blog.
Ma ti verrò a leggere...
UN BACIO!
Paola ha detto…
Decisamente un bel testo!!!
Ciao Mistral anche se in ritardo grazie della visita è sempre un piacere incontrarti... buona serata un abbraccio
Mistral ha detto…
Paola, un vecchio adagio dice, non è mai troppo tardi. Il tempo lo si deve dedicare a tante cose ed a volte qualcosa viene meno.
Mistral ha detto…
Miryam, grazie . Anche per me è complicato continuare a curare i blog. Ciao e buona vita

Post popolari in questo blog

Passare

Passare
oltre passare
non chiamarlo morire
è solo spingere una porta e entrare
al di là dello spazio e del tempo
al di là di ogni paura
della fame
di ogni schiaffo che ferisce il cuore
di ogni si negato.
Passare
appena poco più in là della sera
di quel buio che opprime
un salto
tanto per guardare cosa c'è dietro
chi non salta è smarrito
Licciardello Alfio

PoeIsaE????

Adoro il pensiero che si dipana

libero

senza essere costretto
sulle ali del falco
senza un corsetto di stereotipi
che lo stringano al petto
nato come viene viene
senza catene
senza essere cesellato
martellato.
Forma perfetta dal mio informe inconscio
non lo concepisco.
Ogni cosa nasce libera e testarda
vada come vada
è inquieta
non è mai perfetta
è prediletta
amata fino alla nausea
la causa ultima di ogni respiro.
Ispirato
espiro l'anima di ogni cosa
la sensazione
il sentimento
la sposa che ama
il tradimento
il folle che brama
il pensiero
la mia emozione
il demone che corrode l'anima
l'angelo che la eleva
la serva e la regina.
Ladro
senza scrupolo alcuno
a digiuno di parole
afferro al volo i sentimenti
resilienti
perdute dalla bocche sdrucite
dalle anime perdute
smarrite sul fiume della vita
dalla corrente trasportate
stregate dalla maga cattiva
e dalle fate liberate.
Amate disprezzate
volgari o nobili
panegirici ed ossimori.
Nessuna so come arriva
ma nel cuore è una scintilla che si infiamma
che ride
che si fa dramma
Ma…

Libero voglio essere

Non mi piacciono le costrizioni, voglio essere libero di essere, decidere, sbagliare.
Affrontare ogni mio demone, perdere e ricominciare a giocare a sfidare la mia mente che è uno dei tanti me.
Non voglio sottostare alle convenzioni , alle regole ma la legge mi segue , mi condanna ad abbassare a testa, a leccare il culo al potente di turno.
Non voglio essere omologato al pensiero razionale ma ogni anello della mia catena è legato alla terra, al suolo, a quella cavolo di caverna che si trova al di sotto della mia libertà e da cui ancora non sono riuscito a scappare.
Ho scelto, ho scelto di non scegliere, di ancorarmi alla realtà, di prendere quella cazzo di pillola rossa o blu o non mi ricordo, quella pillola che mi atterra , che mi fa stare dentro questa realtà che conosco... ma affanculo, almeno quando posso scegliere , scelgo di non adeguarmi agli altri, in questa specie di libertà effimera dove io penso di decidere di essere al di là della massa, degli omologati, di quelli che calano l…