Passa ai contenuti principali

Canzone senza storia

Sorrisi ed urla
mentre nel mondo ogni cosa è conquista.
Il peso dei giorni che ti scorre dentro
la viltà di uomini senza stimmate mostra l'inferno.

Il suono del rancore batte in levare
mentre digrigni i denti puoi soltanto aspettare.
Furbi senza labbra hanno pagato chirurghi
per attaccare le loro bocche al culo dei nuovi demiurghi
Sparsi tra la terra ed il fango
si muovono come maiali
ingozzandosi senza vergogna di imbrattati ideali.

Marciamo lancia in resta
dritti all'obiettivo
ci è stato mostrato
in foto palesato.
Chiudiamo gli occhi e corriamo
tappando i nostri nasi
chi ci conduce puzza
come pesce marcio in piazza.

Chi si ferma è perduto
smarrito tra la melma
dalla tele smarrito
non sarà ritrovato.

Lottiamo e ci arruffiamo
per quattro puttane
per 11 in mutande
che mostrano le gambe di oro.
Perdiamo di vista
il punto focale
è il gioco del demonio
che vuole banalizzare.

Sorrisi ed urla
per futili percorsi
il nulla ci contamina
il cuore è tolto a morsi.

Canzone di denuncia
di un pazzo senza terra
che crede che la pace
non passi dalla guerra.

Canzone senza storia
morta prima di suonare
che solo un folle martire
potrebbe far sentire.

Musica e follia
sorrisi urla e pianti
il bisogno di sopravvivere uccide tutti quanti

Commenti

Post popolari in questo blog

Autismo

Lui è stato lì
l'ho visto
lui era qui
insisto...
Vaccino non vaccino
mercurio alluminio
glutine anossia
virus ,premorte
paura
genetica
la scure di un dio senza memoria
il karma
la puttana sorte
Chi cazzo gli ha donato questa morte ?
Respira
si muove
cammina
nell'odissea di un giorno che non ha memoria.
Lo guardo
lo osservo lo Amo
ma è un muro
un fottuto specchio
Un seme all'interno di un frutto
La luna dentro il secchio
che quando la vedi appena affacciare
la copri col coperchio del tuo cuore
ma se ti sporgi ad osservare
non c'è nessuna luce da guardare.
Muori ogni volta che osservi gli occhi spenti
muori giorno dopo giorno
ucciso dai lamenti
dai suoi tormenti senza sbocco
dal suo corpo che tocco
e so che CAZZO lui è la dentro
ma io non ho le chiavi
by Alfio Armando Licciardello

Cuore confuso

All'insaputa del tempo,
mi perdo ,
in un percorso fatto di silenzio,
nel nulla di uno spazio
dove ogni riferimento è casuale.
Io, 
fuggo;
scappo da me stesso
per riuscire ad incontrarmi 
senza riconoscere chi ho davanti.
Forse riuscirò a trovare assonanze col mio Io,
oppure mi volterò altrove 
per non trovarmi.
Sarò in una strada senza porte,
senza vie o indicazioni,
solo, senza nemmeno me stesso.
Straniero a chiunque
viaggerò in incognito,
sarò uomo e donna,
senza nessuna patria;
annegherò ogni vagito della mia consapevolezza 
fra le sue stesse lacrime.
Parìa dell'esistenza 
mi vestirò di cielo e futili speranze,
di cenere e fango;
sulla pioggia danzerò.
Mentre il silenzio mi avvolge
ritroverò il senso della Vita,
il perché di ogni cosa.
Basta con il correre 
dietro chimere di carta 
che ammuffiscono alle prime pioggie;
basta il rincorrersi 
dentro il vortice di sogni 
che al mattino si fanno nebbia e volano via.
Voglio arrivare al nocciòlo 
come bruco paziente che,
morso dopo morso, 
trova il suo senso;
voglio …
Le Anime risplendono
alte nel fuoco si accendono
si sfioccano al di là dello spazio
smarrite all'incrocio del tempo
nel vento si sfrondano
dilatandosi nell'etere.

Si moltiplicano le Anime
nei mille volti di Dio
uguali a se stesse
diventano sabbia
facendosi vino
diventano ebbrezza .

Sapienti le Anime
conoscono l'Universo esteso
la verità dell'Assoluto
il Pensiero
il senso delle cose.

Amano le Anime
senza compromessi
Sono Dio le Anime
...Uno nell'UNO