Passa ai contenuti principali

Don Chisciotte

Il sentiero scorre
il mondo in fretta corre
non riesco ad adeguarmi
nel silenzio affilo le mie armi.

Lance fatte di pensiero
spade che vibrano armonia
frecce di poesia
tirate da archi di legno di alloro.

Io immergo il mio spirito nell'oro
perché ne possa uscire luce.
L'universo in nuce
che su questo piano dell'esistenza dia la sua pace.

Caotismi senza regole
in sentieri estatici
noi siamo messaggeri
di mondi nuovi e magici.

Semplici brindiamo al futuro
alzando in alto i calici
di un tempo più sincero
il nuovo mondo, il vero.

Ride l'uomo in grigio
le forbici ha già pronte
per tagliare le ali
lasciare le sue impronte.

Noi voleremo in alto
e Lui non ha le scale
Noi siamo qualcos'altro
e il mondo è tale e quale.

Sveglieremo le coscienze
la Nostra guerra inizia
la Nostra parola è Semplice
il nostro motto Giustizia.

Le armi sono pronte
e il tempo sta arrivando
intanto queste frasi
vi stanno già stordendo.

Cambiamo ritmo e strofe
il mondo è sempre uguale
noi siamo
lo ripeto
qualcosa di NORMALE.

Siamo il sogno realizzato
il pensiero, l'afflato
il sorriso dell'ebete
il senso nuovo del peccato.

Buio attorno
ma di talpe è pieno il mondo
il loro sguardo pensa di vedere
ed il cuore crede di sentire.

Portiamo LUCE FUOCO
Portiamo Istinto e Gioco
Portiamo Nuovi Occhi
Pensieri Alti Balocchi.

Noi siamo cavalieri
senza macchia o paura
noi i nuovi guerrieri
che Vanno all'avventura

Commenti

Post popolari in questo blog

E=mc^2

Il Pensiero è Energia
Forma senza sostanza
che diviene Essere.

Qualunque cosa Esistere
la volontà è Potenza
Immensa senza limite
ogni freno è consapevole.

il Pensiero è immateriale
Energheja in movimento
Unica Immortale
è semplice Portento.

Il Segreto del mondo
in una sciocca Poesia
te lo dono nel sogno
nella nuova Armonia.

Ognuno può cogliere le sue perle
quelle che spettano di diritto
ognuno può leggere
storto oppure dritto.

La Fede è Potere
piccola come senape
ogni cosa Diviene
Reale Soggettivo.

L'energia è materia
il pensiero è energia
questa che Tu leggi
non è solo poesia.

È il segreto dei Folli
il Nocciolo della Mia Verità
non è fiaba per molli
è l'assurda Realtà.

Il Soggettivo diviene il proprio Oggettivo
che lo si scelga o si voglia
e il Tutto si compie
se si varca la Soglia

Pensateci...

Contro gi stupri e le violenzel

Si increspa il mondo degli uomini
stordito dalle urla di quelli che sono innocenti
Il mondo si è addormentato sul ciglio di un burrone
sul margine di un vulcano
Si è intriso di peccato
il mondo
ahimè è sbagliato
screziato
crepato
qua e la sfregiato da chi si chiama umano
da chi ha osservato ne silenzio mutilato
il sorriso pulito di un volto sfigurato
da chi ha donato
la paura
dalla cura che un dio sbagliato non è riuscito a donare salvezza.

Dire fare baciare
chi non vuole giocare disprezza la partita
ma si mette a giocare perche ha corpo di pezza
ed il demonio non si trova all'inferno
chi non ha lacrime piange sangue
e chi è esangue finisce di soffrire.
Il dolore inerme che strappa
il verme che andrebbe schiacciato
non basta che sia condannato dalla giustizia degli uomini
perche gli uomini non conoscono la giustizia
ed il tempo a volte dimentica.
L'infanticidio è un obbrobrio
è l'omicidio dell'umanità intera
ed un pedofilo è un errore nella trama dell'universo
un cancro perverso
qualunque sia l…

Il concilio di Costantinopoli

Concilio di Costantinopoli
Nella città d'oro
si è brindato al futuro
sopra chiodi di sangue e amore
si è deciso chi vive e chi muore.
Il potere deve esser mantenuto
la massa va controllata.
Ogni libera scelta è mutuata
al potere supremo.
Quello ha detto
ma noi scegliamo
del resto il popolo deve essere guidato.
Il nostro pensiero non deve essere blasfemo
il nostro potere è terreno.
Stiano coi santi i santi
la nostra legge è corretta
il popolo và ammansito
il pensiero con l'inferno va gestito.
Lui che ne sa di come è fatto il mondo
uomini pii devono essere lupi fra gli agnelli
gli agnelli faranno lana
noi ci vestiremo coi loro velli.
Gesù è stato inchiodato sulla croce
noi inchioderemo ognuno alla sua colpa.
Perché nessuno possa dire
che il libero pensiero deve agire
Licciardello Alfio Armando