Passa ai contenuti principali

traduzione Amati figghi mei- Amati figli miei

Un giorno
non so nemmeno quando
dentro una chiesa che era vestita a festa
per l'imminente giorno di Natale,
c'era un cucciolo d'uomo che piangeva;
due stracci per vestiti
le ossa in fuori,
il volto sporco, le scarpe con i buchi
guardato come tenero uccellino 
da un prete nero e da  donna impomatata
con fare viscido e voce trabalante
domandano, benedetti,in coro
Signore non lo vedi 'sto bambino?
Non vedi ,non ha nulla da mangiare?
Il Cristo sulla croce  si risveglia
si gira sulla destra e poi a sinistra
scende dal trono e abbraccia la creatura
riempiendola di baci a più non posso
poi gira il volto così, semplicemente
guardando, dolce ,in viso quei saccenti
sorride e parla in modo assai gentile
mentre con la sua mano li carezza
"Ho fatto molto a questi figli miei
per aiutarli tutti, ad uno ad uno; 
Io ho fatto a tutti Voi
benedetti figli amati bimbi miei.
Vi ho donato in mano ogni ricchezza
felicità gioie benedizioni
ma Voi amati figli miei
vi appiccicate colpe e vi battete il petto;
non guardate nulla che non sia voi.
Gridate come se fossi lontano
"Perdonaci Signore
sei morto in croce non voglio essere meno
Io ho ogni colpa e la mia vita è triste
batto il mio petto , Signore, mi spavento
di non vedere il paradiso santo"
Siete in errore anime dolci e amate
io sono il Figlio ma sono pure il Padre
Io e solo Io sono caduto in croce
per rimettervi ogni vostro male
la colpa che sentite è solo vostra; 
Vi ho benedetto con tutto il cuore mio
figlioli miei siate  felici sempre
perché da Padre voglio il vostro bene.
Adesso figli amati e benedetti
riaprite gli occhi ed osservate gli altri
L'uno con l'altro dovete stare insieme
lasciate stare i dolori dietro  voi
come la croce che ho lasciato io
'che il paradiso attende tutti quanti
Perché bambini cari , dolci cuori
Io sono Amore
senza condizioni!

Commenti

Post popolari in questo blog

Gloria ai guerrieri

Oggi onoro i guerrieri
coloro che oggi vivono 
che ancora credono
che sperano fino a morirne
fino a sputarne sangue e anima.

Oggi onoro i guerrieri
coloro che nascosti corrono
che lottano contro i mulini a vento
ed il vento soffia
fino a stracciare la pelle
fino a rompere le palle.

Oggi onoro i guerrieri
quelli che lottano contro il proprio dolore
e perdono e si rialzano indomiti
fino a quando il dolore non oscura il loro cuore
e anche allora c'è luce
quelli che ogni mattina si alzano
e vedono lo stesso cielo
lo stesso fottuto giorno
che si apre tremendo.

Oggi onoro i guerrieri
perché io ho conosciuto i guerrieri
ed ogni giorno li osservo combattere
e perdere
e qualche volta vincere
e sorridere in culo alla vita
indomita la forza
la lotta , la fatica
che la schiena si spezza
e lo spirito si scheggia
ed in silenzio
con rispetto
... li onoro

Passare

Passare
oltre passare
non chiamarlo morire
è solo spingere una porta e entrare
al di là dello spazio e del tempo
al di là di ogni paura
della fame
di ogni schiaffo che ferisce il cuore
di ogni si negato.
Passare
appena poco più in là della sera
di quel buio che opprime
un salto
tanto per guardare cosa c'è dietro
chi non salta è smarrito
Licciardello Alfio

Autismo

Lui è stato lì
l'ho visto
lui era qui
insisto...
Vaccino non vaccino
mercurio alluminio
glutine anossia
virus ,premorte
paura
genetica
la scure di un dio senza memoria
il karma
la puttana sorte
Chi cazzo gli ha donato questa morte ?
Respira
si muove
cammina
nell'odissea di un giorno che non ha memoria.
Lo guardo
lo osservo lo Amo
ma è un muro
un fottuto specchio
Un seme all'interno di un frutto
La luna dentro il secchio
che quando la vedi appena affacciare
la copri col coperchio del tuo cuore
ma se ti sporgi ad osservare
non c'è nessuna luce da guardare.
Muori ogni volta che osservi gli occhi spenti
muori giorno dopo giorno
ucciso dai lamenti
dai suoi tormenti senza sbocco
dal suo corpo che tocco
e so che CAZZO lui è la dentro
ma io non ho le chiavi
by Alfio Armando Licciardello