Passa ai contenuti principali

Il puzzle, poesia spirituale

L'incanto di un sogno
illumina la luce di domani
sudditi della terra di mezzo
camminano su nuvole di aria.
Nessun cuore offuscato
nessuno sguardo che non sia luminoso
ed il sentiero scorre.

Il mondo procede
nuove anime crescono nel fuoco
si brucia il domani
nella stia del padrone dei polli
che come operai tiene delle faine.
Il suo mestiere non ha onore
ma il conto pagato è salato.

Non importa che il sale non abbia sapore
il colore è bianco
la consistenza è corposa

anche se non nutre nemmeno i Porci.
La scala si è spezzata
sotto il peso di obesi vecchi dalle forbici affilate.

Le carte in terra sanno ancora di zolfo
ed il palco è approntato
i microfoni luccicano nel silenzio
e lo spettacolo deve andare in onda.

Verrà trasmesso su tutta le frequenze
ed ognuno avrà una televisione
neanche i poveri potranno sfuggire
ognuno è conteso
ed è protagonista.
Una donna dai lunghi capelli
annuncia lo show
ed il pubblico delira.
Qualcuno sta per essere ammazzato
e sbavando si attende.

LA MORTE È SOLO UN GIOCO
VENGHINO SIORI E SIORI
IL TRUCCO NON C'È E NON SI VEDE

Che ci interessa quelli fanno parte di una diversa rete

Poi , cazzo guardi il sangue
ti accorgi che è rosso
cadono lacrime e sanno di sale
ma il sale fa male
è meglio che sia senza sapore
del resto a me non è toccato.

Il puzzle non è infinito
ed il mondo non è eterno
ognuno è una tessera
ma passo a passo
il puzzle si perde.

Commenti

Massimo ha detto…
un caro saluto Alfio,
bella la tua poesia, grazie infinite !
Mistral ha detto…
Massimo, io devo ringraziare Te.
Spes ha detto…
Molto bella e sentita Mistral!

E complimenti per i libri pubblicati :)
Dual ha detto…
La vita e' un gioco col quale non si ripassa dal via..(ligabue). Ho imparato che la vita va' "pèunita" vivendola e che il puzzle si completa solo alla fine.
Gio'

http://remenberphoto.blogspot.com/

Post popolari in questo blog

Gloria ai guerrieri

Oggi onoro i guerrieri
coloro che oggi vivono 
che ancora credono
che sperano fino a morirne
fino a sputarne sangue e anima.

Oggi onoro i guerrieri
coloro che nascosti corrono
che lottano contro i mulini a vento
ed il vento soffia
fino a stracciare la pelle
fino a rompere le palle.

Oggi onoro i guerrieri
quelli che lottano contro il proprio dolore
e perdono e si rialzano indomiti
fino a quando il dolore non oscura il loro cuore
e anche allora c'è luce
quelli che ogni mattina si alzano
e vedono lo stesso cielo
lo stesso fottuto giorno
che si apre tremendo.

Oggi onoro i guerrieri
perché io ho conosciuto i guerrieri
ed ogni giorno li osservo combattere
e perdere
e qualche volta vincere
e sorridere in culo alla vita
indomita la forza
la lotta , la fatica
che la schiena si spezza
e lo spirito si scheggia
ed in silenzio
con rispetto
... li onoro

Passare

Passare
oltre passare
non chiamarlo morire
è solo spingere una porta e entrare
al di là dello spazio e del tempo
al di là di ogni paura
della fame
di ogni schiaffo che ferisce il cuore
di ogni si negato.
Passare
appena poco più in là della sera
di quel buio che opprime
un salto
tanto per guardare cosa c'è dietro
chi non salta è smarrito
Licciardello Alfio

Autismo

Lui è stato lì
l'ho visto
lui era qui
insisto...
Vaccino non vaccino
mercurio alluminio
glutine anossia
virus ,premorte
paura
genetica
la scure di un dio senza memoria
il karma
la puttana sorte
Chi cazzo gli ha donato questa morte ?
Respira
si muove
cammina
nell'odissea di un giorno che non ha memoria.
Lo guardo
lo osservo lo Amo
ma è un muro
un fottuto specchio
Un seme all'interno di un frutto
La luna dentro il secchio
che quando la vedi appena affacciare
la copri col coperchio del tuo cuore
ma se ti sporgi ad osservare
non c'è nessuna luce da guardare.
Muori ogni volta che osservi gli occhi spenti
muori giorno dopo giorno
ucciso dai lamenti
dai suoi tormenti senza sbocco
dal suo corpo che tocco
e so che CAZZO lui è la dentro
ma io non ho le chiavi
by Alfio Armando Licciardello