giovedì 22 ottobre 2009

Il treno



Idee sul treno dell'esperienza si muovono sicure
camminano lentamente tra i vagoni
pavoneggiandosi tra gli esseri di vento.
Sentono addosso odore di reale
muschio di fiume
la vita, l'essenziale.
Non si curano delle illusioni
fatte di rugiada e miele,
sanno che il loro sapore è amaro.
Guardano oltre i sogni
eterei fantasmi di fumo.
Rincorrono i rimorsi
buttandogli sassi
ai ricordi tirano la coda
mentre questi fanno le fusa.
Ad un tratto si fermano impauriti
dietro quella porta un gran silenzio
si affacciano timidi sull'uscio
e osservano esseri di luce
puri come può esserlo la Luce
sono Ideali assorti nei loro sogni
che usano per maestri i rimpianti
affrontando ad uno ad uno ogni rimorso
Affinchè possano rendere reale l'illusione.

4 commenti:

achab ha detto...

Mistral,bellissima poesia,bella emozione nella lettura,buona notte,ora vado a leggere quella sotto,ciao.

marina ha detto...

...sono Ideali assorti nei loro sogni
che usano per maestri i rimpianti
affrontando ad uno ad uno ogni rimorso
Affinchè possano rendere reale l'illusione.

E' un passaggio amaro ma molto profondo.
Ciao.

Mistral ha detto...

Achab ,grazie.Le tue storie sono molto affascinanti.
Marina A volde si ride ,a volte si pensa.

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie

Per aiutarvi a capire, qualunque sia la Vostra lingua

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...