Passa ai contenuti principali

domanda, query,frage,solicitud,application

© Pixbox | Dreamstime.com
Ma se scrivo le mie poesie qualcuno le ruberà?
E' proprio vero che non esiste il diritto di scrivere e fare della propria arte qualcosa da condividere ma, comunque di lasciare che resti "la propria". Voglio dire, si ruba l'arte di qualcun altro , si fà finta che è la propria e si rivende?
Ho sempre sognato di poter guadagnare qualcosa con quello che scrivo, ho capito che è complicato, ma se qualcuno ci riesce con le mie cose DIVIDIAMO...
Scherzo ma fino a un certo punto, ma con quello che si scrive si può autofinanziarsi per un progetto di un qualcosa, una canzone, un libro, un biglietto d'auguri o qualunque cosa che ti possa permettere di dire che il senso di quello che scrivi ha un razionale che ti potrebbe permettere di viverci con dignità ed allora , forse , si potrebbe diventare grandi scrittori , donatori di emozioni che possano riempire i cuori.
Non è salutare che a mezzanotte comincio a scrivere le mie poesie e la mattina mi sveglio rincitrullito come ...
bè, in effetti non sono mai stato completamente chiaro, non so se capite.
Insomma le mie poesie possono essere rubate?
Bè per la quantità di chi le legge forse non è che sia poi così semplice che siano prese in modo fraudolento; fino ad ora mi è sempre stato chiesto il permesso e, visto che ogni poesia è un figlio della scintille della mia anima , sono onorato se qualcuno lo usa per accendere altre anime .
A dirla tutta, chi mi legge mi sembra siano bravi ragazzi, del resto non credo che ci si possa arricchire con queste frasi raccolte con il retino ed assemblate all'interno del mio piccolo laboratorio spirituale. Ma se fosse possibile vivere scrivendo poesie,
FATEMELO SAPERE

Commenti

Nicole ha detto…
Certo che possono...Sapessi quante persone copiano persino i post di altri. Ma purtroppo non c'è nulla da fare a meno che tu prima non le deposi all'ufficio competente. Qui al massimo puoi mettere il copyright
Mistral ha detto…
E allora che pubblico a fare qui, tanto vale che scrivo un mio libro di poesie. Ma poi penso che almeno cosi c'è chi le legge. A dirla tutta sono un pizzico egocentrico e mi piace sapere di comunicare. Poi però dico quanto sono scemo ecc.
Oscillo fra sentimenti contrastanti. Grazie Nicole

Post popolari in questo blog

Le Anime risplendono
alte nel fuoco si accendono
si sfioccano al di là dello spazio
smarrite all'incrocio del tempo
nel vento si sfrondano
dilatandosi nell'etere.

Si moltiplicano le Anime
nei mille volti di Dio
uguali a se stesse
diventano sabbia
facendosi vino
diventano ebbrezza .

Sapienti le Anime
conoscono l'Universo esteso
la verità dell'Assoluto
il Pensiero
il senso delle cose.

Amano le Anime
senza compromessi
Sono Dio le Anime
...Uno nell'UNO

Cuore confuso

All'insaputa del tempo,
mi perdo ,
in un percorso fatto di silenzio,
nel nulla di uno spazio
dove ogni riferimento è casuale.
Io, 
fuggo;
scappo da me stesso
per riuscire ad incontrarmi 
senza riconoscere chi ho davanti.
Forse riuscirò a trovare assonanze col mio Io,
oppure mi volterò altrove 
per non trovarmi.
Sarò in una strada senza porte,
senza vie o indicazioni,
solo, senza nemmeno me stesso.
Straniero a chiunque
viaggerò in incognito,
sarò uomo e donna,
senza nessuna patria;
annegherò ogni vagito della mia consapevolezza 
fra le sue stesse lacrime.
Parìa dell'esistenza 
mi vestirò di cielo e futili speranze,
di cenere e fango;
sulla pioggia danzerò.
Mentre il silenzio mi avvolge
ritroverò il senso della Vita,
il perché di ogni cosa.
Basta con il correre 
dietro chimere di carta 
che ammuffiscono alle prime pioggie;
basta il rincorrersi 
dentro il vortice di sogni 
che al mattino si fanno nebbia e volano via.
Voglio arrivare al nocciòlo 
come bruco paziente che,
morso dopo morso, 
trova il suo senso;
voglio …

Il concilio di Costantinopoli

Concilio di Costantinopoli
Nella città d'oro
si è brindato al futuro
sopra chiodi di sangue e amore
si è deciso chi vive e chi muore.
Il potere deve esser mantenuto
la massa va controllata.
Ogni libera scelta è mutuata
al potere supremo.
Quello ha detto
ma noi scegliamo
del resto il popolo deve essere guidato.
Il nostro pensiero non deve essere blasfemo
il nostro potere è terreno.
Stiano coi santi i santi
la nostra legge è corretta
il popolo và ammansito
il pensiero con l'inferno va gestito.
Lui che ne sa di come è fatto il mondo
uomini pii devono essere lupi fra gli agnelli
gli agnelli faranno lana
noi ci vestiremo coi loro velli.
Gesù è stato inchiodato sulla croce
noi inchioderemo ognuno alla sua colpa.
Perché nessuno possa dire
che il libero pensiero deve agire
Licciardello Alfio Armando